Neutra: Music For An Exhibition

0
Condividi:

Questo CD mi ha colpita: anche se l’artista lo presenta come ambient (pur con colti riferimenti a Brian Eno), creata per un’esposizione artistica, si nota una notevole capacità di composizione. Note lente, a volte dilatate, ma con un’armonia musicale, una composizione variata, melodiosa, una ricerca di suoni caldi, intensi: non un sottofondo monotono, ma vera musica, che varia, di ritmo ed intensità e soprattutto è piena di emozioni. La cosa più impressionante è stata ascoltare i cinque diversi pezzi di questo lavoro osservando i quadri a cui erano stati abbinati: ognuno di loro riesce a rispecchiare le diverse immagini, creando veramente una descrizione sonora ed emotiva per ciascun dipinto al quale era ispirato. Una prova immensa di sensibilità ed empatia artistica.
“After the flood” ha un piano delicatamente malinconico, con uno sfondo sonoro che ricorda i pezzi più intimisti degli Endraum ed un crescendo che riesce ad evocare il ricordo della pioggia che cade, e contemporaneamente la tristezza di chi si aggira per luoghi cari devastati da un disastro.
“Parthenongenesis” è più impalpabile, arricchita di sonorità che possono ricordare il soffio divino, il “Fiat Lux” da cui tutto ebbe inizio, un tappeto sonoro sintetico che dà l’idea di armonia e di creazione.
“Points of view” rappresenta musicalmente il concetto di movimento… dello sguardo che vaga tra ciò che ci circonda, soffermandosi per attimi, scanditi dal pianoforte, ad emozionarsi per quello che si presenta davanti ai nostri occhi, per poi alzarsi a cercare l’infinito…
“Pop Cola” è più sintetico, come l’immagine moderna dalla quale è stato ispirato… Non so perché, mi fa in qualche modo venire in mente “L’uomo bicentenario”… la ricerca di sentimenti, di umanità, di un cuore pulsante da parte di creature artificiali.
“A landscape” ha una connotazione più rumorista, per rappresentare i tratti sfumati del paesaggio del quadro… come una realtà che sfugge, non si riesce a mettere a fuoco, che non si comprende e quindi disorienta, ascoltandolo ci si sente come all’interno di un sogno sfumato, dal quale non si riesce, e forse, in fondo, non si vuole neppure uscire.
Un lavoro interessante e anche e soprattutto, un ottimo musicista, dotato di emotività e capacità di trasferire questa sua sensibilità nella musica. Spero di ascoltarlo presto con delle canzoni, che con la sua potenzialità immagino toccanti ed indimenticabili.

Per informazioni: http://www.youtube.com/neutraofficial
Web: http://www.facebook.com/neutraofficial
TagsNeutra
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.