Ghastly Marshes: Shallafrost Course And Other Tales

0
Condividi:

Emanuele Lago è un nome che non dovrebbe essere sconosciuto a chi segue l’industrial e il dark-ambient. Ha all’attivo diversi progetti oscuri come gli Immortal Agony e i Tombstone. Attualmente le sue energie si concentrano sui Black Mountais Chronicles – eredi diretti dei Tombstone – sui Kurai Keshikie e sui And The Posters a testimonianza della sua instancabile vena sperimentale. Ora esce, per la Psychotic Release, una sua collaborazione con l’americano Doyle Finley – conosciuto per Invercauld, un valido progetto dark-ambient. Il monicker è Ghastly Marshes e l’album si intitola Shallafrost Course And Other Tales. Si tratta di una sorta di concept dedicato a località sconosciute e isolate. C’è anche una piccola mappa che mostra la loro ubicazione ma su tutto regna sovrano il mistero. Vengono in mente H.P. Lovecraft e la sua geografia immaginaria. La musica è la colonna sonora ideale per commentare questa cartografia dell’Inferno. Siamo dalle parti di una dark-ambient cupa e ossessiva che non lascia spazio alla luce. Le ambientazioni sono apocalittiche e tetre ed evocano paesaggi mitici e luoghi immaginari trasportandoci in regni oscuri dove tutto è tenebra. Sembra di essere in qualche oscura catacomba dove una setta dedita a culti innominabili compie rituali e sacrifici umani in onore di qualche divinità malefica. Ascoltiamo così lunghi drones e basse frequenza inframmezzati da sinistri rumori ambientali. Chi segue il dark-ambient più tenebroso, quello di gruppi come Lustmord e Amon, di sicuro apprezzerà.  Shallafrost Course And Other Tales esce in un’edizione limitata di 50 copie numerate per collezionisti. La confezione è fatta a mano e racchiude il case, un booklet e anche un piccolo ramoscello.

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.