Estetica Noir: Estetica noir

0
Condividi:

Nuova sigla per Silvio Oreste (ex-Favole Nere, voce, tastiere e chitarre), affiancato da Rik Guido (basso, ex Redlynx), Paolo Accossato (batteria) e Guido Pancani (chitarra), progetto tutto-torinese che tratta la materia wave con soluzioni industrial, lasciando agire le due componenti all’interno delle singole canzoni e rendendole così assai attraenti ad un pubblico potenzialmente assai vasto. I miei preferiti sono due episodi cantati in italiano, “Metà statica” e “Le scogliere di Okinawa”, ottimamente bilanciati tra elettronica e chitarre pesanti, ove la produzione di Alessio Sogno, ex Kinesis, conferisce al sound degli EN nitore ed una marcata impronta moderna, citando in “Tentacles” pure il Battiato ripreso dai Bluvertigo resi più introversi dallo stile del quartetto (non mancano riferimenti velati ai celebri concittadini che si ascoltano spesso sui circuiti nazionali). “I will kill you”, brano inserito nella track-list del primo volume di “For the bats” (ove i nostri connazionali condividevano una prestigiosa compagnia), è caratterizzato da un assetto molto classico, “Beautiful absence” sale e scende, traendo linfa vitale dagli anni ottanta ma con l’ottica innovatrice dei NIN (senza eccedere in sperimentalismi sterili). Estetica noir è disponibile in download gratuito, queste tracce sono assai piaciute anche a Mr. Mick Mercer, cosa volete di più?

Per informazioni: http://www.soundcloud.com/estetica-noir
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.