Uzbazur: Terre Ancestrali

0
Condividi:

Simone Santarsiero (nome d’arte Uzbazur) è un giovanissimo compositore toscano, per la precisione della zona di Pisa, di musica ambientale. È davvero sorprendente trovare interesse per questo tipo di musica in una persona così giovane. Questo fatto va indubbiamente a suo favore. L’amore di Simone per la musica ambient è nato nel 2009 dopo averla ascoltata grazie a un amico. Terre Ancestrali è il suo primo album che esce su supporto fisico (oltre a quello digitale) e nasce dall’amore per la terra e i paesaggi toscani. Una delle caratteristiche dell’ambient è quella di riflettere le emozioni di chi la compone. Così, per esempio, ascoltando i primi lavori di Vidna Obmana traspariva il forte legame che il musicista belga aveva con la sua terra d’origine. Le ambientazioni di dischi come Shadowing In Sorrow e Ending Mirage rimandavano infatti ai plumbei paesaggi del Belgio. Allo stesso modo, anche se per il momento non è su quei livelli, Uzbazur si pone sulla stessa lunghezza d’onda. In particolare questo nuovo  Terre Ancestrali prende ispirazione da una passeggiata nella campagna toscana fatta in gennaio e nella visione di un campo di granturco (visibile sulla copertina) che gli ha evocato una forte emozione di quiete e pace. Uzbazur usa la tecnica del field recordings registrando i rumori ambientali su un registratore che poi andranno a far parte delle sue composizioni. Le atmosfere create sono molto quiete e pacate e riescono davvero a immergere l’ascoltatore nella calma e nella spiritualità della campagna della Toscana. Le qualità ci sono e il disco è di buon livello. Non resta così che attendere l’ulteriore maturazione di Uzbazur. Pubblicato da Sounds Behind The Corner. Disponibile su Bandcamp https://soundsbehindthecorner.bandcamp.com/album/terre-ancestrali

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.