Uzbazur: Terre Ancestrali

0
Condividi:

Simone Santarsiero (nome d’arte Uzbazur) è un giovanissimo compositore toscano, per la precisione della zona di Pisa, di musica ambientale. E’ davvero sorprendente trovare interesse per questo tipo di musica in una persona così giovane. Questo fatto va indubbiamente a suo favore. L’amore di Simone per la musica ambient è nato nel 2009 dopo averla ascoltata grazie a un amico. Terre Ancestrali è il suo primo album che esce su supporto fisico (oltre a quello digitale) e nasce dall’amore per la terra e i paesaggi toscani. Una delle caratteristiche dell’ambient è quella di riflettere le emozioni di chi la compone. Così, per esempio, ascoltando i primi lavori di Vidna Obmana traspariva il forte legame che il musicista belga aveva con la sua terra d’origine. Le ambientazioni di dischi come Shadowing In Sorrow e Ending Mirage rimandavano infatti ai plumbei paesaggi del Belgio. Allo stesso modo, anche se per il momento non è su quei livelli, Uzbazur si pone sulla stessa lunghezza d’onda. In particolare questo nuovo  Terre Ancestrali prende ispirazione da una passeggiata nella campagna toscana fatta in gennaio e nella visione di un campo di granturco (visibile sulla copertina) che gli ha evocato una forte emozione di quiete e pace. Uzbazur usa la tecnica del field recordings registrando i rumori ambientali su un registratore che poi andranno a far parte delle sue composizioni. Le atmosfere create sono molto quiete e pacate e riescono davvero a immergere l’ascoltatore nella calma e nella spiritualità della campagna della Toscana. Le qualità ci sono e il disco è di buon livello. Non resta così che attendere l’ulteriore maturazione di Uzbazur. Pubblicato da Sounds Behind The Corner. Disponibile su Bandcamp https://soundsbehindthecorner.bandcamp.com/album/terre-ancestrali

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.