From the Fire: Through The Oceans Of Time

0
Condividi:

Progetto di indiscutibile interesse questo nuovissimo From the Fire, voluto da un personaggio come Michele Piccolo che, di scena gotica, se ne intende un bel po’. A lui hanno fatto capo, infatti band di grande spessore come i Burning Gates e gli Ordeal by Fire, questi ultimi, in particolare, notoriamente apprezzati su Ver Sacrum: si veda anche l’intervista da loro concessa al nostro Hadrianus. From the Fire è nato comunque fra il 2010 ed il 2011 come one-man band; successivamente Piccolo ha voluto coinvolgere l’amico Fabrizio Busso, chitarrista folk di non poche doti, nell’iniziativa, dando così origine ad un’avventura musicale che appare giustamente lanciatissima anche se, come spesso accade nel nostro paese, la strada da percorrere magari sarà in salita… ma Piccolo di certo ci sarà abituato. L’obiettivo del nuovo progetto, come spiegato dal suo fondatore in diverse occasioni, è sperimentare suoni differenti da quelli che abbiamo conosciuto dalle altre formazioni di cui è stato parte, scegliendo di contaminare il gothic con il (neo)folk e creando dunque contesti più intimisti e malinconici, grazie alla presenza importante della chitarra acustica. Di Through The Oceans Of Time, il primo lavoro di From the Fire, uscito in questi giorni per la SwissDarkNights, già il titolo sembra illustrare chiaramente l’idea su cui si basa: l’album contiene infatti quattordici brani, dei quali due sono inediti e gli altri dodici facevano parte del repertorio delle precedenti band di Piccolo, reinterpretati alla luce di una sensibilità nuova ed originale; la ricerca del passato percorre enormi distanze, addirittura oceani per poi ritornare all’oggi ed i suoi risultati sono in effetti sorprendenti. La prima traccia, “Fields Of Rape”, è, per così dire, inedita ma non troppo, in quanto risale all’album degli Ordeal by Fire del 2004, Untold Passions, dal quale fu infine esclusa: si tratta di un grandissimo pezzo che fa ben comprendere l’anima di questo disco, fin dalle prime note di chitarra acustica, anche se è quando si inserisce la chitarra elettrica che ci si accorge di quanto possano essere efficaci certi accostamenti; niente da eccepire poi sull’impeccabile parte vocale. Anche la successiva “Oceans of Time” è inedita ed è caratterizzata dallo stesso azzeccato abbinamento di chitarra acustica ed elettrica – certi passaggi sono veramente da brivido! – come a definire una dualità sempre presente, anche nel gioco delle voci. “Corrosion” era inclusa in All is Lost degli Ordeal by Fire, come, più in là, “Killing Hate”: entrambe paiono ‘assottigliate’, in un certo senso ridotte all’essenziale, il suono della chitarra elettrica sembra più ‘sobrio’ e pulito e ne consegue anche un rilievo maggiore dato alla voce di Piccolo, qui assolutamente unica, della quale si apprezza ogni sfumatura.  Da Untold Passions sono tratte “Life’s Uncertainty”, “Prisoner” e “Re-creation”: la nuova versione della prima è di una suggestione indescrivibile, per quanto l’originale fosse già un brano notevole, e in “Prisoner” la chitarra ha passi davvero struggenti. Poi, “Grain of Sand” risale ai Burning Gates, nello specifico all’album Aurora Borealis, e, resa quasi irriconoscibile, suscita emozione pura e semplice; sempre da Aurora Borealis proviene del resto anche la conclusiva “Twilight”. Delle restanti, imperdibile la ripresa di “To the Moon”, con la toccante chitarra folk ed il canto pieno di pathos che raggiunge l’acme nella seconda metà, quando la chitarra elettrica ‘potenzia’ la situazione; molto bella anche “Shadows of the Past” che, rispetto all’originale dei Burning Gates, viene qui arricchita di una sostanza tutta nuova anche se, qua e là si percepiscono sprazzi della nota grinta. Through The Oceans Of Time rivisita così una carriera musicale di tutto rispetto e ne promuove il prestigio in vista di un futuro promettente. Ai toscani ricordo che sabato 5 dicembre From the Fire con i Burning Gates si potrà ascoltare all’Exenzia di Prato: direi che ne varrà la pena.

Per informazioni: https://swissdarknights.bandcamp.com/music
Web: https://www.facebook.com/From-The-Fire-802247209827480/?
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.