Hybryds: The Rhythm Of The Ritual/Ein Phallischer Gott

0
Condividi:

Prosegue l’importante opera di recupero di vecchio materiale degli Hybryds da parte della sempre attenta label Zoharum. Il gruppo belga, formato dal fondatore Magthea e dalla cantante Yasnaïa,  è stato fin dagli anni ’80 un punto di riferimento imprescindibile per quanti seguono le sonorità ritual-ambient e industrial. Dopo The Ritual Should Be Kept Alive è ora la volta della ristampa di The Rhythm Of The Ritual/Ein Phallischer Gott che riunisce 2 loro album rispettivamente del 1994 e del 1997: la musica di questi lavori si caratterizza per una forte dimensione ritualistica, etnica e sciamanica. Ascoltando attentamente questa musica si possono trovare delle affinità con artisti come il grande Jorge Reyes o anche con certe produzioni di Steve Roach e Vidna Obmana: la memoria va in questo senso a dischi come Artifacts e Spiritual Bonding. Le percussioni hanno qui un ruolo preponderante che mira a indurre uno stato di trance nell’ascoltatore. In questa ristampa è stato aggiunto anche un cd di registrazioni live che contiene tracce proveniente dai citati album in studio oltre a materiale inedito: si tratta di un dischetto molto interessante, diviso com’è fra un lato “magico” e metafisico e uno più elettronico e cyberpunk degli Hybryds come è possibile ascoltare in particolare in “And I Whisper”. L’album è stato rimasterizzato dal master tape originale mentre il cd si presenta in una raffinata versione dicgipak e in un’edizione strettamente limitata a 500 copie. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/the-rhythm-of-the-ritual-ein-phallischer-gott.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.