Vox Insana: Lonely paths

0
Condividi:

La musica dei III millennio può anche essere frutto di incontri avvenuti nell’unico non-luogo veramente globale e senza frontiere: i Vox Insana sono infatti un duo composto da Helio, musicista brasiliano, e Maria, greca residente in Svezia. Attivi dal 2013, hanno appena pubblicato il loro ultimo lavoro, un ep di quattro pezzi disponibile su Bandcamp.

“Lost hope” è un brano a cavallo tra synthpop e atmosfere minimal più lente, sulle quali si incastona la voce soave e malinconica di Maria che ci delizia con degli acuti veramente notevoli.
“Dead Flowers” ha una ritmica più decisa, con una drum machine quasi gotica accompagnata da una sovrapposizione di suoni sintetici, da un tappeto sonoro molto freddo, da piccoli accordi che impreziosiscono il pezzo.
“She wants to fly” è sognante e struggente allo stesso tempo: la musica è più lenta, con la base ritmica quasi in secondo piano e dei magnifici assoli di Maria, che racchiudono la dolcezza di una voce che pare arrivare da un mondo fatato, per parlarci dei sogni che ci attendono oltre l’orizzonte, al di là delle nuvole.
“A night in the forest” è un pezzo molto più sperimentale, che mette in risalto il talento di Helio: un ambientazione dark ambient, sulla quale si inseriscono campionamenti di sonorità selvagge. Canti di uccelli, fruscii, tamburi tribali: chiudendo gli occhi si riesce davvero ad immaginare la sensazione di terrore che potrebbe cogliere un uomo moderno in una foresta piena di insidie nascoste…. Una foresta che forse è una metafora del nostro mondo.

Un eccellente lavoro, da un gruppo con una storia particolare: sul loro Bandcamp troverete anche i loro lavori precedenti.

Per informazioni: https://www.facebook.com/VoxInsana1
Web: https://voxinsana.bandcamp.com/album/lonely-paths
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.