Camilla Sombrio: 1927

0
Condividi:

Camilla Sombrio è una giovane cantante-musicista brasiliana con una voce incredibile, calda e piena di pathos allo stesso tempo. Il suo EP di esordio è composto da sei pezzi di dark atmosferico, impreziosito e reso affascinante da questa interprete talentuosa.
“Dança com árvores” ha una base ripetitiva, ipnotica, su cui si inseriscono effetti tipo vento ed altri tocchi che aggiungono un’atmosfera lugubre, nella quale la voce di Camilla ci guida in una rappresentazione sonora spettrale. “Lua Negra” pare il resoconto di un rituale oscuro, con un riverbero vorticoso che sembra evocare una trance, una connessione tra il nostro mondo e quello delle tenebre. “Túmulo” ha una base più veloce ma opprimente come il testo, le parole di uno spettro rinchiuso nella propria tomba: forse frutto di un immaginario orrorifico, forse rappresentazione metaforica della morte interiore, della solitudine in luoghi che diventano come una tomba. “Uma Oração” ha un sottofondo di organo che arricchisce una base ritmica minimale e ripetitiva, un po’ come le preghiere di un rosario, che però non riuscirà a salvare l’anima. “Sozinha” è più elettronico, dark wave, ma sempre pregno della claustrofobica oscurità che caratterizza quest’opera. “Undead” ha delle tastiere malinconiche, quasi disperate, sulle quali Camilla ripeta ossessivamente “Do you want to die but you’re living undead”, enfatizzando il legame tra le tenebre rappresentate della musica e quelle che infestano l’anima.
Un EP breve, ma pieno di sincerità e di pathos da parte di un’artista che merita senza dubbio di essere seguita.

Per informazioni: https://www.facebook.com/camilla.sombrio
Web: https://darktropicmusic.bandcamp.com/album/camilla-sombrio-1927-ep
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.