Kalle & The Lunar Trio: Nashtur

0
Condividi:

KALLENuova uscita in casa Zoharum: questa volta si tratta di un disco all’insegna dell’elettronica meditativa ovvero di Nashtur di Kalle & The Lunar Trio. Dico subito che si tratta un album che verrà apprezzato dai seguaci delle sonorità dark-ambient più monolitiche e minimali. Nashtur è diviso in 3 composizioni intitolate “Nox, “Nox-Lunaris” e “Nox-Lux”. Nelle note interne di copertina viene riportata una citazione di Omar Khayyam che sottolinea la dimensione mistica e metafisica del lavoro. Le ambientazioni sono oscure e ripetitive, caratterizzate dall’uso di bordoni monolitici: una musica che mira a stendere il velo del sonno sulla mente dell’ascoltatore dischiudendo il velo di Maya della realtà. Quella che possiamo ascoltare in Nashtur è così pura Deep Music ovvero musica del profondo che crea una percezione “alterata” mettendo in contatto con il proprio Sé. Personalmente, il primo disco in materia che ho ascoltato è stato il mitico Affenstunde dei Popol Vuh, opera che ha fatto scuola influenzando tutta l’elettronica meditativa successiva e la stessa new-age. Non si tratta di un tipo di ascolto da approcciare in maniera superficiale. Ma se amate certo dark-ambient magmatico e oscuro, quello di gruppi come i Cranioclast e i Maeror Tri, qui troverete di sicuro pane per i vostri denti. In particolare la seconda traccia “Nox-Lunaris” vi trasporterà in una realtà dai contorni sfuocati e brumosi rilassando la vostra mente e curando la vostra anima in un continuo alternarsi di sogno e veglia. Inutile dire come la label polacca sia, in questo momento, uno dei punti di riferimento principali per chi segue questo tipo di sonorità. Il cd esce in un’edizione strettamente limitata a 300 copie in una bella edizione in 2-panel ecopak ed è disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/nushtur

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.