Lupi Gladius: De Sideribus

0
Condividi:

De Sideribus è il nuovo singolo dei Lupi Gladius, realtà italiana della Basilicata di cui avevo parlato su Ver Sacrum in occasione del loro pregevole disco d’esordio Veritas. Il gruppo lucano dei bravi Fabio Vitelli e Antonio Losenno che, oltre al citato Veritas , aveva alle spalle anche il demo Lucania ristampato dalla tedesca Castellum Stoufenburc, si inserisce nel filone del neo folk/martial industrial e si è subito messo in luce per un sound che, pur essendo derivativo ed ancorato ai modelli classici del genere, riesce ad essere originale grazie a un tocco tipicamente new wave. Fabio Vitelli è membro, d’altra parte, anche degli Hidden Place, gruppo orientato verso sonorità electro. Nella prima traccia di questo singolo (“L’armonia del buio”) troviamo le tastiere in grande evidenza accompagnate dalle percussioni marziali e dalla voce che declama un testo epico e decadente: non siamo distanti da certe ambientazioni degli Ordo Rosarius Equilibrio a metà fra trame neo-folk e soluzioni industrial. Ma la musica dei Lupi Gladius riesce ad essere riconoscibile all’interno del calderone del genere e questo va indubbiamente loro riconosciuto. La seconda traccia (“De Sideribus”) si avvale di uno splendido testo del veterano Diego Banchero, bassista di band come Il Segno del Comando, Ballo delle Castagne ed Egida Aurea che già aveva scritto le liriche di Veritas: le sonorità sono qui molto più vicine al tipico neo-folk con le chitarre acustiche e un maestoso tappeto di synth a donare un’aura malinconica e decadente alla musica.

De Sideribus è autoprodotto ed esce in un’edizione strettamente limitata a 150 copie. A questo punto, dopo questo gustoso assaggio, non resta che aspettare il prossimo full-lenght dei Lupi Gladius che si annuncia molto interessante. Disponibile sul sito web del gruppo: https://lupigladiusitalia.bandcamp.com/album/de-sideribus.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.