Maka Isna: Reflections of Darkness

0
Condividi:

Torna Alessandro Bucci con il suo progetto Maka Isna, inizialmente ispirato, come si sa da lui stesso, alle atmosfere dei film horror e oggi evoluto in svariate direzioni con la massima libertà creativa. Dopo le derive ambient e le divagazioni ‘classiche’, Maka Isna ci propone stavolta Reflections of Darkness una sorta di lavoro ‘corale’, nato dalla collaborazione con numerosi musicisti che hanno lasciato in ogni traccia la loro personale impronta, in base ad una concezione ancora una volta ‘di avanguardia’ che assorbe dallo spazio un’infinità di stimoli diversi. Prendiamo l’opener “Haruka, don’t miss the Chance” che esordisce con sonorità fra il ‘naturalistico’ e l’‘etnico’ lasciando poi giustamente il massimo risalto alla bella voce della cantante d’opera Grazia Prezioso, che inonda il ‘paesaggio’ di conturbanti ‘gorgheggi’. Il secondo brano, “Perdition Outcast” non rinuncia all’impostazione sperimentale, unendo differenti segmenti apparentemente ‘spaiati’ in un panorama ricco e coerente ove svetta il sax di Michele Visciarelli; “Overfly the Swamps” gioca sulla ritmica, facendo riemergere, qua e là, tematiche etniche e, dopo il breve intermezzo quasi-letterario di “Dall’Alto un Giudizio”, troviamo la bellissima “Lights in the Night”, con l’intervento di Daniele Balelli su piano e chitarra: uno scenario vagamente ‘post-rock’ dalle sfumature oniriche ed evocative per un riuscito momento ‘intimista’. Poi, in “Lost Ambient Tape”, i suoni divengono più cupi e inquietanti, tanto da non sfigurare in un film horror, per stemperarsi nel piano e nell’atmosfera un po’ ‘magica’ di “Sofia in Faerytales”. Infine, bypassate le insolite (non)armonie di “Your Last Thought”, arricchite da un austero sax, e la tensione elettronica abbinata in modo inedito con il canto del soprano Grazia Prezioso  in “Electronic Castle”, il lavoro si chiude con “Searching for Elisa”, le sue note ‘classicheggianti’ e il piano suggestivo del bravo Giacomo Sangiorgi: un finale di qualità per un disco impegnato da non ascoltare alla leggera.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.