The Hounds Of Hasselvander: Ancient Rocks

0
Condividi:

hasselvanderLa Black Widow si conferma un’etichetta molto attenta nei confronti delle sonorità doom metal. Ora è la volta del nuovo disco dei The Hounds Of Hasselvander sigla sotto la quale si cela Joe Hasselvander, batterista di gruppi mitici del genere come i Pentagram, i Raven e i Guardians Of The Flame. Il titolo dell’album – si tratta del quarto della loro discografia – è Ancient Rocks. Diciamo subito che si tratta di un prodotto particolare in quanto è costituito solo da cover. L’idea in realtà non è nuova ed è stata ispirata a Hasselvander da Pin-Ups di David Bowie del 1973. Ma in tempi più recenti è impossibile dimenticare i mitici Chesterfiled Kings del disco d’esordio Here Are The Chesterfield Kings del 1982 interamente consacrato al tributo di oscure band garage-punk dei ’60. Qualcosa del genere hanno fatto anche i camaleontici norvegesi Ulver in Childhoods End . Lo spirito di Ancient Rocks risulta in definitiva simile a quello dei citati Chesterfield Kings ovvero ridare luce e disseppellire dall’oblio antiche pepite altrimenti dimenticate dei tardi ’60 e dei ’70. Ovviamente la scelta dell’ex Pentagram è stata rivolta a quei nomi che possono essere considerati proto-heavy metal, in linea con l’estetica che da sempre lo contraddistingue. Ecco così nomi storici come i leggendari the Troggs, forse il gruppo a cui Hasselvander dimostra maggiore considerazione nelle note interne di copertina, i grandi Blue Cheer, gli Humble Pie, gli essenziali Pretty Things e Bob Seger assieme a nomi ancora meno noti. Possiamo così ascoltare piccoli classici come “Strange Movies” dei Troggs, “Theachin’ Blues” di Bob Seger,, la dirompente “Primitive Man” dei Jerusalem e la classica “One Eyed Trouser Snake Rumba” degli Humble Pie. Ma tutto il disco nel suo complesso riesce sempre ad essere stimolante per chi apprezza il genere ma anche per gli archeologi musicofili alla ricerca di tesori nascosti. Ancient Rocks, pur essendo un’operazione nostalgica, è caldamente consigliato agli amanti del genere doom.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.