Marissa Nadler: Strangers

0
Condividi:

MarissaE’ uscito da non molto il settimo album della songwriter americana Marissa Nadler, con le sue creazioni gotiche dal sapore ‘antico’. Strangers contiene undici brani prodotti di nuovo da Randall Dunn, noto per la sua collaborazione con Sunn O))), Black Mountain etc… e appare caratterizzato da sonorità più elaborate e complesse e, occasionalmente, addirittura da ritmiche più vivaci che lo rendono assai meno ‘esangue’ di altre produzioni del passato, per quanto l’eterea parte vocale rimanga uno dei principali poli di attrazione di questa musica, per ogni aspetto saldamente legata alle radici folk tanto care alla sua creatrice. Il disco si apre fra eleganza e romanticismo con uno degli episodi più belli, “Divers of the Dust”, dove la semplicità del piano si unisce alla magia profonda della voce della Nadler; nella seguente “Katie I Know”, invece, emerge la maggiore ricchezza di suoni e l’arrangiamento, corredato da una notevole parte elettronica, archi ed una ritmica decisa appare quasi sontuoso, mentre nella voce compaiono sfumature dolorose. Poi, “Skyscraper” tratteggia ancora una volta uno scenario vagamente ultraterreno con lievi suoni acustici e, dopo la malinconia struggente di “Hungry Is the Ghost” che, tuttavia, si ‘spalma’ sulle note di una chitarra di carattere, “All the Colors of the Dark” di nuovo evoca la più ‘dreamy’ delle atmosfere, le cui tinte ‘sfumano’ all’infinito, tanto che i passaggi elettrici della successiva title track, per quanto abbinati alle tonalità languide del canto, lasciano quasi interdetti. Delle rimanenti tracce, valga segnalare la melodia più ‘facile’ ma suggestiva di “Janie in Love”, un esempio di ritratto di donna come vari altri presenti nell’album: le figure femminili sono infatti un vero e proprio leitmotiv di Strangers; l’ultima “Dissolve”, infine, è un’esile ballata ricca di poesia che conferma la classe di questa artista schiva, ma capace di attrarre anche i suoi ascoltatori più scettici.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.