Carlo Baja Guarenti: Argo 1943

0
Condividi:

moscheLe mosche è un’opera teatrale del 1943 di Jean Paul Sartre: si tratta di una riscrittura delle Coefore di Eschilo alla luce della filosofia esistenzialista. La vicenda narra di come Oreste e sua sorella Clitennestra si vogliano vendicare di Egisto che ha ucciso il loro padre Agamennone. Una volta compiuta la vendetta Oreste e Clitennestra chiedono perdono a Zeus e per punizione saranno tormentate dalle mosche. Le mosche assumono in questo modo nell’opera di Sartre la valenza moderna simbolica delle Erinni. Il musicista Carlo Baja Guarenti si è ispirato alla suddetta opera teatrale di Sartre e al lavoro di Ilaria Carmeli con gli attori della Compagnia Teatro del Cigno e le ballerine di Eldons Danza per comporre la colonna sonora del dramma. Il disco è intitolato Argo 1943: le atmosfere sono epiche e uniscono elementi di ambient, musica classica con i momenti più ispirati delle soundtracks di Ennio Morricone. Il tutto è però ammantato da ambientazioni oscure, rituali e misteriose che possono ricordare alcune cose dei grandi Rosa Crux nell’uso delle percussioni marziali e delle chitarre distorte. Il risultato è sorprendente e riesce realmente ad essere originale: ci troviamo di fronte a un’opera complessa che necessita sicuramente di più ascolti attenti per essere pienamente apprezzata: tuttavia ne vale la pena in quanto la musica è di assoluta qualità e riesce a rendere bene il significato e lo spirito dell’opera. L’unico appunto che mi sento di muovere è che questo tipo di produzioni andrebbero associate alla “visione” dell’opera stessa per essere pienamente apprezzate anche se l’album riesce in ogni caso a vivere di vita propria. Argo 1943 esce per la Eibon Records di Mauro Berchi.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.