Paradise Beach – Dentro l’Incubo – Jaume Collett-Serra

0
Condividi:

image
La surfista e laureanda in medicina Nacy (interpretata da una bellissima Blake Lively) si reca su una spiaggia semi sconosciuta in Messico, un vero e proprio paradiso terrestre pressoché incontaminato, per ripercorrere le orme della madre recentemente scomparsa, recatasi anni prima nel medesimo luogo.
In compagnia di due giovani incontrati sul posto cavalcherà le onde dell’oceano, intrattenendosi in acqua un po’ di più rispetto ai ragazzi, decretando in questo modo la propria condanna. Dopo aver osservato in lontananza i ragazzi abbandonare la spiaggia, infatti, Nancy spingendosi ulteriormente a largo, scoprirà la carcassa in via di decomposizione di una balena… un cadavere sanguinoso in grado di calamitare l’attenzione di un vorace squalo.
Come in ogni Shark-Movie che si rispetti, il predatore non tarderà ad attaccare la sua prossima vittima e Nancy si ritroverà con una gamba ferita gravemente, sopra ad un piccolo scoglio in balia del suo glaciale carnefice. A farle compagnia un gabbiano ferito ad un’ala e l’inesorabile countdown verso la prossima alta marea che porterà l’acqua a ricoprire lo scoglio sul quale Nancy è il gabbiano si sono “accampati”.
Tra suture “fai da te” e la ricerca della via per comunicare con il mondo per chiedere aiuto o consegnare l’ultimo saluto alla famiglia, Nancy lotterà contro il violentissimo predatore con un solo desiderio: sopravvivere.
La regia di Jaume Collett-Serra (“Orphan”) mette in scena l’ottima sceneggiatura scritta con Anthony Jaswinsky, regalandoci una pellicola senza punti morti, nonostante il plot basic che  caratterizza questo genere di film. Le sequenze di azione sono ben calibrate e mai paradossalmente esagerate, evitando fortunatamente di scivolare nel ridicolo.
Molto brava Blake Lively nel donare al suo personaggio un’espressività empaticamente coinvolgente in grado di catturare lo spettatore per tutta la durata della pellicola.
Dopo il bel “Open Water” possiamo tranquillamente inserire anche “Pacific Beach” all’interno delle pellicole a tema “squalo” che meritano più di una semplice attenzione, grazie all’ottima resa visiva calibrata alla giusta dose di suspense.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.