Canaan: Il giorno dei campanelli

0
Condividi:

canaanNuovo disco per i Canaan, progetto dai connotati sfumati e oscuri i cui lavori sono da sempre pubblicati dalla mitica Eibon Records, una garanzia quando si parla di sonorità dark-ambient. Questo nuovo disco intitolato, in maniera enigmatica e decadente, Il giorno dei campanelli è sicuramente particolare. La musica è costituita da semplici tappeti elettronici di chiara matrice dark-ambient che accompagnano una voce recitante testi dal sapore marcatamente esistenzialista. Una volta che si riesce ad entrare nell’atmosfera rarefatta e surreale di questo lavoro ci si trova proiettati in un universo dai contorni metafisici. Le ambientazioni scarne e minimali risultano alla fine perfette per far risaltare la poesia cupa e decadente dei testi. Non è obiettivamente un disco di facile ascolto: non bisogna approcciarsi in maniera superficiale a questa musica ma occorre avere il giusto stato d’animo. In questo senso risulta perfetto come colonna sonora di una giornata uggiosa e piovosa. Le atmosfere sono infatti molto cupe e ombrose. Quel che emerge dall’ascolto dei testi è una sensazione di un dolore definitivo che pervade la realtà che viviamo tutti i giorni e a cui non è possibile opporsi. Da questi tenui frammenti sonori emerge un senso di tragicità incombente che lascia in qualche modo attoniti e che viene in parte attenuato dal sentimento di bellezza generato dalla musica. Il giorno dei campanelli è in definitiva un album difficilmente definibile ma che, in ogni caso, piacerà a chi si vuol confrontare con il proprioSé più nascosto.

TagsCanaan
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.