Immersion: Analogue Creatures Living On An Island

0
Condividi:

Il grande Colin Newman non ha certo bisogno di presentazioni: deus ex machina della mitica creatura Wire, il musicista inglese si è contraddistinto nel corso della sua carriera anche attraverso una nutrita discografia solista e con diversi progetti collaterali fra cui è doveroso citare i Githead e gli Immersion. Ora Colin Newman rispolvera appunto i citati Immersion, un progetto portato avanti con Malka Spiegel, ex membro degli storici Minimal Compact presente anche nei Githead. Gli Immersion hanno esordito nel 1994 con Oscillating, un disco all’insegna di un’elettronica non lontana, come ambientazioni, dalla Cosmica tedesca dei ’70. Nel nuovo lavoro, intitolato Analogue Creatures Living On An Island,  vengono riprese le medesime coordinate stilistiche all’insegna di un’elettronica dalle forti qualità evocative e cinematiche. La strumentazione viene in ogni caso aggiornata in quanto Colin Newman nel frattempo ha acquistato un nuovo sintetizzatore e più precisamente un Arturia Microbrute. La traccia iniziale “Always The Sea” è una cavalcata elettronica non  poi così lontana in realtà dai Tangerine Dream periodo Virgin e riesce ad essere molto efficace anche in virtu’ dell’utilizzo della chitarra elettrica. In “Nanocluster” le atmosfere sono invece più claustrofobiche e vicine all’industrial. Nela successiva “FireFlys” il tono diventa molto più leggero e quasi new age. Con “Shapeshifters” ci immergiamo di nuovo verso la vecchia Cosmica mentre “Living On An Island” ci riporta sulla terra con le sue ambientazioni pacate e minimali. “Mechanical Creatures” è attraversata da cupi ronzii minacciosi che evocano oscure creature abitanti luoghi immaginari. In “Organic Cities” ci sento ancora i vecchi e cari Tangerine Dream di metà anni ’70. La chiusura è affidata alla sinuosa e algida “Slow Light”. Nel complesso Analogue Creatures Living On An Island è un buon disco di musica elettronica non esente da manierismi ma che, in ogni caso, piacerà ai seguaci di Colin Newman e a chi ama il dark-ambient.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.