Hante.: No Hard Feelings

0
Condividi:

Oltre  This Fog That Never Ends, Hante./Hélène de Thoury ha pubblicato alcuni mesi fa anche il bell’EP No Hard Feelings, dimostrando di possedere un’inesauribile vena creativa e una padronanza dei propri mezzi da fare invidia a molti musicisti più maturi e conosciuti. La ricerca artistica di Hante. parte dalle brillanti esperienze coldwave che si è lasciata alle spalle per progredire in direzione di sonorità ancora più minimal ma dalle melodie affascinanti, costellate di oscuri echi. L’EP contiene cinque brani da ascoltare di seguito, perdendosi nelle atmosfere tristi e ‘scolorate’ che sanno tratteggiare. “Living in a French Movie”, uscita anche come singolo, è un pezzo efficace e coinvolgente: la combinazione di drumming secco, delicata tessitura ‘sintetica’ e canto dai toni profondi e ‘monocordi’ allude a uno scenario infinitamente malinconico. Poi, “À Contrecoeur” propone una melodia più varia e suggestiva dove le note elettroniche irrompono robuste e vibranti; subito dopo, la ritmica vivace introduce un brano dark-synth gradevole e ballabile, “Une Nuit Avec Mon Ennemi”, mentre in “Quiet Violence” l’ispirazione torna nera e desolata e le note elettroniche evocano opprimenti visioni di angoscia. Infine, la lenta e trasognata “Que Reste-t-il De Notre Amour?”, chiude con un momento di abbandono introspettivo un altro bel lavoro di Hante. che comincia ormai a rappresentare una garanzia nella scena musicale che seguiamo.

TagsHante.
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.