Schwarzschild: Radius

0
Condividi:

Progetto tedesco fondato da circa un anno da Dino Serci e Peter Daams, Schwarzschild ha pubblicato di recente il debut album, Radius. Il duo propone una versione sinceramente non troppo originale di synthpop con occasionali derive electro, una formula palesemente pensata per il dancefloor e di cui esistono ormai numerosi esemplari, soprattutto in Germania. Radius contiene dodici tracce, alcune gradevoli, altre decisamente inutili: si tratta comunque di una produzione di qualità, che non mancherà di attirare l’attenzione dei frequentatori delle piste. La breve intro “Gravitationswelle”, con la ritmica vivace, le voci ‘robotiche’ e il clima ‘fantascientifico’ già illustra con chiarezza le scelte stilistiche del gruppo. Poi, “Auferstehen” è un tuffo nel synth pop più effervescente – ma anche un po’ irritante! – che si può ritrovare nelle discoteche di mezzo mondo e “Bis zum Ende der Zeit”, uscita anche come singolo, mostra le potenzialità del vocalist Serci che emerge su paesaggi elettronici cupi e tesi, scanditi da beats nervosi; non male la seguente “Ruf Der Nacht”, ispirata al film Intervista col vampiro, ancora una volta perfetta per il dancefloor. Delle restanti tracce, alcune sono francamente irrilevanti (“In Meinem Blut”, “Der Letzte Weg” o “Mein Feind”), mentre, per esempio, “Heute” si cimenta con un certo successo nella ballata malinconica, lenta e dai colori oscuri. Il successo non si ripete con l’altrettanto lenta “Zuviel Leben”, onestamente un filo più scialba: meglio la graziosa “Wir sind nicht allein” che, nell’affrontare il tema impegnativo degli extraterrestri, torna al synthpop orecchiabile, una scelta che, alla fine, soprattutto se fa muovere le gambe, vince sempre. La chiusura è affidata ad una versione remixata (a cura di Reaktor) di “Bis zum Ende der Zeit”, non troppo migliore dell’originale, a conclusione di un disco un po’ senza infamia e senza lode che, come si suol sempre dire, troverà estimatori fra gli amanti del genere.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.