Strom Noir: Mal'ovanie Kvety & Xeroxove' Motyle

0
Condividi:

Il musicista slovacco Emil Mar’ko celebra, con il suo progetto Strom Noir, i 10 anni di carriera. Per l’occasione la Zoharum ha preparato una pubblicazione speciale in doppio cd, intitolato Mal’ovanie Kvety & Xeroxove’ Motyle, che rappresenta un po’ il sunto della sua carriera. I 2 dischi in questione erano stati concepiti in origine per uscire solo in formato cassetta. Il primo dischetto presenta materiale recente, registrato tra il 2015 e il 2016, in cui è possibile ascoltare della drone music di ottima fattura. Non siamo in realtà distanti, come ambientazioni, dall’ottimo Glaciology di cui avevo già parlato in passato: vengono evocati, attraverso cupi bordoni e atmosfere minimali e glaciali, paesaggi desolati immersi nei ghiacci eterni. Il secondo cd è invece caratterizzato da tracce registrate fra il 2011 e il 2012 che si avvicinano sensibilmente a quella che è la prima produzione di Strom Noir. Ecco così che la musica diventa mento eterea ed evanescente e più dura, “cattiva” e sperimentale. Le strutture elettroniche sono arricchite dall’aggiunta di loop trattati di chitarra. Il tono generale è, se possibile, ancora più algido delle composizioni precedenti. Mi è venuto in mente il grande Asmus Tietchens che era avvezzo a lavorare a sperimentazioni di questo tipo come si può ascoltare, ad esempio, in Motives For Recycling in collaborazione con Dirk Serries aka Vidna Obmana. Il cd esce in un bel digipack a 3 pannelli in un’edizione strettamente limitata a 300 copie. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/ma-ovan-kvety-xeroxov-mot-le.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.