Dimensione Cosmica: Rivista di letteratura dell’immaginario

0
Condividi:

Ultimamente sembra che sia un periodo abbastanza favorevole per quanto concerne l’editoria in campo fantastico nel nostro paese: Edizioni Hypnos e Dagon Press continuano ad essere punti di riferimento imprescindibili per chi segue la letteratura fantastica e “weird”. Hypnos, oltre a pubblicare numerosi autori importanti e poco conosciuti in Italia – pensiamo a Stefan Grabinski e Robert Aickman– presenta anche una rivista davvero ben fatta da ormai qualche anno. Stesso discorso per la Dagon Press di Pietro Guarriello: oltre ai mitici “Studi Lovecraftiani” è appena uscito il primo numero di “Zothique”, una rivista che è già diventata un oggetto di culto per gli appassionati. Ma, proprio di recente, si è aggiunta Providence Press, altra casa editrice consacrata al “weird” classico – ha pubblicato inediti di autori come Robert E. Howard e scrittori meno noti come William Chambers Morrow e E.G. Swain – mentre ora è la volta di una nuova proposta grazie all’impegno del’editore Marco Solfanelli. E’ rinata “Dimensione Cosmica”- Rivista di letteratura dell’immaginario” che, in origine, era stata fondata nel 1978 da Michele Martino ed era stata diretta negli anni ’80 prima da Anna Rinonapoli e poi da Renato Pestriniero. Come spiega lo stesso Gianfranco De Turris – direttore responsabile di “Dimensione Cosmica” e uno dei critici più preparati in ambito fantastico, basti pensare al suo fondamentale lavoro nel far conoscere H.P. Lovecraft in Italia – la nascita di questa nuova iniziativa è anche da vedere come “sfida” alla rete e la suo potere pervasivo e “a chi afferma che la carta stampata è morta e sepolta”. In realtà non è così come abbiamo visto ma bisogna sottolineare come queste riviste siano disponibili solo in abbonamento o presso librerie specializzate in fantastico. Inoltre “Dimensione Cosmica” ha l’ambizione di diventare un mezzo di dibattito “all’interno della fantascienza e del fantastico”. Le premesse sono buone e devo dire che anche i contenuti confermano la validità dei propositi esposti da De Turris e dal direttore editoriale Adriano Monti-Buzzetti. Il primo articolo è una sorta di manifesto “estetico” intitolato “Per una nuova sfida alle stelle” ed è redatto da “un gruppo di scrittori”: si propone di aprire un confronto all’interno della fantascienza italiana: viene posto l’accento sull’importanza del “senso del meraviglioso” nei confronti di tanta produzione odierna cupa e sperimentale di derivazione “cyberpunk. All’interno del fascicolo possiamo poi trovare un attenta disamina su H.P. Lovecraft ad opera dello stesso De Turris che ne sottolinea l’importanza decisiva nell’immaginario moderno. Anche un altro classico come Tolkien non manca: di lui ci parla Oronzo Cilli. Spazio anche per Arthur Machen grazie alla passione e competenza di Andrea Scarabelli. A proposito, di lui sono attese a breve novità da parte di Hypnos e Providence Press. Ma non manca anche Robert E. Howard di cui vengono tratteggiate le figure di 2 suoi eroi ovvero James Allison e Conan. Curioso poi l’articolo dedicato alla figura di Mario Viscardini, personaggio singolare e, a suo modo, “utopista” sui generis. Antonio Tentori ci ilustra come “Guerre Stellari” abbia influenzato il cinema di genere italiano diventando un vero e proprio “culto”. Viene poi riservato uno spazio importante alla narrativa con racconti di Donato Altomare, Max Gobbo, Alessandro Forlani e Alberto Henriet che si pongono nell’ottica di recuperare lo spirito antico della fantascienza. Infine Yuri Zanelli ci parla del grande Jack vance, un nome caro a tanti seguaci della sf classica mentre viene riservato uno spazio anche alle recensioni con la rubrica “La Biblioteca dell’Altrove”. “Dimensione Cosmica” è acquistabile al seguente link: http://dimensionecosmica.blogspot.it/.

 

Dimensione Cosmica: Rivista di letteratura dell’immaginario – Anni I – N.  – Inverno 2018 – Tabula Fati – 80 pagine – Euro 8

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.