Guy de Maupassant “Le Horla” – Urban Apnea Edizioni

0
Condividi:

La Urban Apnea Edizioni è una piccola casa editrice digitale che, negli ultimi tempi, si è ritagliata un piccolo spazio sulla rete pubblicando racconti di scrittori afferenti il fantastico. La scelta di Urban Apnea Edizioni si è rivolta, almeno per il momento, verso la forma del racconto e non del romanzo. Una decisione sicuramente coraggiosa in un contesto che, fra i lettori, privilegia da sempre il secondo a discapito del primo. Sfogliando il catalogo si nota una serie di nomi appartenenti al filone classico della letteratura fantastica come H.P. Lovecraft, di cui viene proposto The Festival qui tradotto con il titolo Il rito, Abraham Merritti, Robert W. Chambers, Ambrose Bierce, Sherdam J. Le Fanu ma anche autori italiani come Luigi Capuana, Salvatore Di Giacomo e Camillo Boito. C’è anche una sezione del catalogo dedicata ad autori italiani contemporanei. Ciò che salta all’occhio è poi la multimedialità di questo progetto che non si limita alla letteratura ma comprende anche la musica e i video. Ad ogni racconto viene affiancato una colonna sonora ideale come accompagnamento alla lettura, spesso di musica contemporanea e sperimentale e vicina alla musica ambient e minimale, e un video tratto da youtube. Oltre al formato ebook, Urban Apnea Edizioni ha anche stampato dei piccoli volumetti cartacei disponibili in edizione limitata o con il Print On Demand. Si tratta di un formato agile e piacevole che risulta perfetto nel far riassaporare piccoli classici dimenticati, rivisti, per l’occasione, con una traduzione non letterale, adeguata al registro contemporaneo. Quanto sia funzionale questo metodo lo lascio giudicare al lettore che avrà modo di fare i suoi confronti: forse con Lovecraft si perde sicuramente qualcosa della ricchezza della sua prosa, da qualcuno criticata, ma definita da Fruttero e Lucentini “densa e aristocratica”. Io non posso che consigliare la lettura dell’ultimo testo pubblicato ovvero il racconto capolavoro di Guy De Maupassant Le Horla. Maupassant non aveva probabilmente una naturale inclinazione la fantastico, anzi è stato uno dei maggiori esponenti del naturalismo francese. Tuttavia una parte non trascurabile della sua produzione riguarda il racconto del terrore psicologico. I suoi orrori si originano nella sua mente malata e riguardano le aberrazioni di psicologie devastate dalla psicosi. Le Horla è praticamente una storia perfetta: narra l’invasione di un essere alieno che si nutre di acqua e latte che porterà alla follia il malcapitato protagonista. Lo svolgimento è magistrale e ci illustra, tramite una serie sempre più fitta di dettagli, lo sprofondare del personaggio nella follia. Per chi ancora non conosce questa perla si tratta di un’ottima occasione per rimediare mentre gli altri possono rivivere il fascino di un classico immarcescibile. Disponibile sul sito di Urban Apnea Edizioni al seguente link in formato digitale e cartaceo: http://www.urbanapneaedizioni.it/.

Condividi:

Lascia un commento

*