NihilTronix: Homesongs

0
Condividi:

La Francia, patria di compositori come Pierre Schaeffer e Pierre Henry, continua ad essere una nazione in cui la musica elettronica gode di buona salute e dove non mancano artisti di spessore. Penso ad un gruppo come i Lightwave, gli eredi dei grandi Tangerine Dream ma anche a tutta una serie di progetti come Lambwool, Sigma Octantis, Harvest Rain e ora ai NihilTronix, tutti nomi riconducibili all’etichetta francese OPN. NihilTronix è uno dei progetti più radicali in ambito di musica post-industriale ed elettronica. In realtà alcuni membri sono stati attivi in passato sotto monicker come I-C-K e Machine de Guerre, storici rappresentanti dell’industrial francofono. Ora, dopo aver pubblicato nel 2015 il disco d’esordio, NihilTronix ritorna con un nuovo lavoro – Homesongs – che viene pubblicato dalla citata OPN in collaborazione con La Nouvelle Alliance. Siamo di fronte ad un disco coraggioso e sperimentale, che si avventura in territori elettronici e post-industriali sconosciuti: le ambientazioni sono minimali e asettiche, fredde e oscure, con un particolare tocco che rende questa musica lievemente inquietante. Vengono in mente paragoni con gruppi dell’industrial classico o post-industrial come Throbbing Gristle o Brighter Death Now: la musica dei NihilTronix è così figlia dell’industrial puro e duro portato avanti in Italia da Maurizio Bianchi e dai Sigillum S. Durante l’ascolto emergono atmosfere asettiche in cui le sonorità trattate della chitarra e del basso cupo e ripetitivo creano una sensazione di desolazione e di distruzione. Potrebbe essere la colonna sonora ideale per un documentario su paesaggi postmoderni e “ballardiani”, magari in un futuro apocalittico che non è poi così lontano all’orizzonte. Disponibile su Bandcamp: http://www.opn.fr/.

 

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.