DarkLeech: The Light Will Shine

0
Condividi:

Un’altra uscita di fine 2017 è The Light Will Shine, il debut album dei DarkLeech, una band di Parma in attività dal 2011, di cui avevamo segnalato il bell’EP  DarkLeech . Il quintetto rafforza così la propria posizione all’interno del panorama wave/gothic nostrano: il sound diviene più solido e di sostanza e propone sia momenti energici ed intensi che sfumature malinconiche e romantiche, il tutto, come sempre, dominato dalla voce di Christian Galli, incisiva e vigorosa. L’album contiene otto brani dalla costruzione lineare, piacevoli all’ascolto e di buon livello, un insieme omogeneo arricchito dall’efficace produzione di Marco Gallanti. Apre la title track con luminose note ‘sintetiche’, che gli altri strumenti vanno gradualmente a incrementare: atmosfera wave e Galli nella sua veste migliore rappresentano un esordio sicuramente positivo. Poi, “In the Woods” irrompe con ritmica più incalzante, basso risoluto e sonorità ‘piene’ e compatte, mentre “The Fairy”, uscito anche come singolo, introduce a iosa elementi ‘gotici’ su dense tessiture elettroniche, rendendo i suoni ancora più compositi. Anche in “Fighting For the Kingdom” troviamo sano e solido gothic rock su ritmi intensi e trascinanti; quindi, bypassata “Oscar” e i suoi ‘ricami’ elettronici dal sapore ‘vintage’, siamo colpiti dall’andamento vivace e brioso di “Deadly Nightshade” e dal deciso piglio post-punk di “No True Faith”. Il disco si conclude, infine, con la melodia limpida e il pathos di “The Essence of Life”, lasciando, tutto sommato, ascoltatori soddisfatti.

Condividi:

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.