The Blue Project: Shelter

0
Condividi:

Cinque anni separano Shelter dal precedente “Adrift”, Davide Borghi ha prodotto lavori eccellenti sotto la sigla Albireon (ma dove troverà il tempo?) ed ora rinnova il patto con la brava Maria Cristina Anzola, richiamando la sigla The Blue Project e consolidando la collaborazione nel nome di sonorità rarefatte che lasciano giustamente spazio alla bellissima voce, ma che forniscono copiosi spunti di interesse anche per quanto riguarda l’apparato strumentale. E’ un disco improntato su un atteggiamento intimista, costituito da una bella serie (nove) di canzoni ben arrangiate ed eseguite che, pur nella loro spoglia compostezza, mostrano la grande cura e l’attenzione che i compositori hanno riservato a questa pubblicazione, nel segno di una qualità che va loro riconosciuta senza riserve. Pur ascoltandolo nel fiorire della Primavera, tripudio di colori e di aromi, di rondini che s’inseguono nel cielo azzurro striato da qualche nembo sfilacciato, Shelter evoca paesaggi autunnali, quando l’animo s’inclina alla meditazione solinga, ma credetemi che queste belle (semplicemente belle) tracce s’adattano a qualsisia clima. La voce di Maria Cristina mostra ulteriore maturazione, si libra ancora leggiera nell’aere ma con un senso di maggiore corposità che trova ottima sponda nelle orchestrazioni di Davide, sempre attento a far risaltare ogni ingrediente. La tentazione di andar a riascoltare i Bel Am m’ha, lo ammetto, quasi soggiogato, ma ho resistito perché si farebbe torto a questi due Autori richiamare il loro passato (e nel caso di Davide anche il presente). Perché The Blue Project possiede una sua personalità dai contorni netti che semmai richiama nella sua peculiarità certi frammenti sparsi al vento da This Mortal Coil, progetto/ensemble che ha seminato più di quanto si supponga. Un ulteriore attestato di merito va segnalato a proposito della grafica, anch’essa perfettamente aderente all’indole di Shelter.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.