Guilt Coins: Keep the kick

0
Condividi:

L’Epictronic sta allestendo un “roster” interessante; i Mission Jupiter firmatari di un disco eccellente quale è “Architecture”, il convincente esordio dei Loyal Brothers, ed i Guilt Coins (da Colchester, anche loro come i LB dell’Essex!) non sono da meno. Chris Jones (voce), Cliff Fitzpatrick (chitarra), Scot Lewis (batteria) e Marc Sephton (basso) non sono dei novellini, vantando un decennale di attività (con la sigla Amberblacks fino al 2011), ma Keep the kick “suona” fresco e moderno, incorporando quegli elementi ai quali gli inglesi non sanno rinunziare almeno da un trentennio a questa parte, new-wave riveduta e corretta (“You had a gift”) con una inclinazione pop marcata senza che per questo si scivoli nel banale. Alla riuscita del lavoro contribuisce la produzione di Wahoomi Corvi, anche se di recente istituzione Epictronic può sempre attingere dal bacino d’esperienza maturato da Wormholedeath Records, perché per solcare le perigliose acque del music-biz ci vuole sopra tutto pratica (ed un pizzico di coraggio no?), ascoltare brani piacevoli e ficcanti come la spigliata “Iza crime” (con video annesso) non fa che confermare la bontà delle scelte operate. Brano centrale, poi gli altri episodi godono di una trama ricercata, che cita con pudore certi XTC, è quel “blend” ricercato al quale fanno riferimento i nostri connazionali The Half of Mary, un po’ “artsy” ma senza esagerare né apparir spocchiosi od artefatti. Bene così, pòer il puro piacere di ascoltare della “bella” musica senza per forza ricorrere alle ristampe. Ma non crediate che i quattro non sappiano ricorrere alla grinta, “Man made” e la mod-oriented “Run” mostrano il loro lato più deciso, con stile e misurando sempre la propria esuberanza. Dei gentiluomini, non v’è dubbio!

 

Per informazioni: http://www. epictronic.com
Web: http://www. facebook.com/guiltcoinsofficial
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.