Holotrop & Vrna: Enkoimesis

0
Condividi:

Secondo il teorico e storico delle religioni tedesco Rudolf Otto (1869-1937) la religione “comincia con se stessa”. Per capirla veramente occorre indagare “ciò che ne costituisce l’intima essenza”. Otto individua nel “Sacro” l’essenza dell’esperienza religiosa. Per la precisione ritiene la categoria del sacro come “ciò senza cui la religione stessa, ogni religione, non sarebbe” e in cui si mischiano elementi razionali e irrazionali afferenti alla coscienza individuale. Mi sono venute in mente queste considerazioni a proposito dello split di Holotrop & Vrna Enkoimesis. Entrambi sono 2 progetti dark-ambient e di musica rituale consacrati all’esplorazione di una dimensione interiore molto prossima a quella di cui parla Rudolf Otto. Si rifanno pratiche di  antiche culture religiose in cui, durante lo stato di sonno, si riusciva a raggiungere  la dimensione del divino. In realtà in molta della migliore musica ambient e rituale troviamo un approccio simile: musicisti influenti come Steve Roach e Robert Rich o, prima ancora, Pauline Oliveros hanno esplorato il cosiddetto “ascolto profondo” (deep listening). Si tratta di autentici sciamani del suono che, attraverso la misica elettronica e rituale, hanno raggiunto risultati notevoli. La musica di Enkoimesis è così caratterizzata dall’uso di strumenti come campane, gongs, campanelle che vengono mixati a tipici droni elettronici e a sospiri misteriosi: l’effetto è ipnotico – le 4 tracce sono denominate, non a caso, “Onirokon I, I, II, IV” – e non ci si vorrebbe staccare da questo flusso sonoro che ci fa esperire realmente un’altra dimensione del reale. Enkoimesis esce in 2 edizioni: una in cd con un booklet di 4 pagine limitata a 200 copie e una in cassetta limitata a 25 copie con una copertina speciale. L’artwork è opera di Gianluca Martucci colui che si cela anche dietro alla sigla Vrna. Disponibile su Bandcamp: https://holotrop.bandcamp.com/album/enkoimesis.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.