Snowfade: Vanishing Point 

0
Condividi:

Sul fatto che Marco Grosso – originario di Arezzo – sia un autore prolifico credo ci siano pochi dubbi: qualcuno lo conosce senz’altro per la sua produzione come Ouroboros. In realtà, nel 2008 ha dato vita a un secondo progetto denominato Snowfade. Da una sigla all’altra non cambia però la musica: siamo sempre dalle parti di un dark-ambient oscuro a forti tinte esoteriche. Se proprio vogliamo trovare delle differenze direi che in Snowfade c’è una maggiore attitudine alla contaminazione e una minore concessione a certe derive occulte che tendevano ad appesantire la produzione di Ouroboros: emerge qui maggiormente il background musicale di Grosso che è, fondamentalmente, un grande appassionato di vari generi musicali fra cui il progressive, la psichedelia e l’heavy metal oltre ad essere uno studioso di vari argomenti fra cui la letteratura, la scienza, la psichedelia e la meditazione. Snowfade ha fatto anche dei concerti dal vivo effettuando delle registrazioni. Ora esce un nuovo disco in formato cassetta intitolato Vanishing Point in un’edizione limitata a 15 copie. Devo dire che la musica di Snowfade, rispetto a quella di Ouroboros, sembra scorrere più fluida pur restando sempre oscurissima. Non siamo poi così lontanti dal dark-ambient molto cupo di Lustmord, autore di vere e proprie colonne sonore per film di ambientazione orrorifica. Ci sono, come dicevo, meno orpelli esoterici fini a se stessi e c’è più attenzione alla creazione di atmosfere e ambientazioni profonde. Pur non trovandoci di fronte a un capolavoro Vanishing Point  riesce a regalare qualche buona vibrazione lungo la sua durata e credo che sarà apprezzato dai seguaci del dark-ambient più oscuro. Disponibile presso il sito della Chandlerrecords a questo link: https://chandlerrecords.bandcamp.com/album/vanishing-point-tape.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.