Officine Schwartz: L’Opificio

0
Condividi:

La meritoria LUCE SIA ristampa – in collaborazione con l’etichetta Fonoarte e con Again Records che ha curato la sonorizzazione del lavoro – un’opera fondamentale delle Officine Schwartz ovvero L’Opificio, pubblicato in origine nel 1991. Si tratta di un lavoro particolare la cui genesi risale all’incontro del gruppo di Bergamo con il Kom Fut Manifesto (acronimo che sta “comunisti futuristi manifesto”) di cui faceva parte l’artista modenese Andrea Chiesi. Chiesi era solito frequentare fabbriche abbandonate e stabilimenti fatiscenti: questo lo porterà a sviluppare una sua particolare “visione artistica” degli edifici disabitati: la sua è una sorta di poetica delle “Dismissioni”. Come si può leggere nelle note di copertina quella dell’Opificio “E’ una storia maledettamente autobiografica. Enorme complesso industriale a metà via tra fonderia infinita, tempo e base segreta. Testimonianza del passato investita dal nuovo milennio. Ricordo. Emozione”. E’ da qui che nasce il progetto de L’Opificio, sorta di colonna sonora dedicata alla tematica del lavoro all’interno delle fabbriche dell’Emilia Romagna. Alla fine ne venne fuori uno spettacolo multimediale con musiche e dipinti dal vivo mentre la copertina del vinile era arrichita dai disegni e dai fumetti di Andrea Chiesi anche qui riproposti. La musica delle Officine Schwartz è molto potente ed evocativa: a distanza di anni non si è persa l’originaria carica dirompente grazie all’uso di una strumentazione autocostruita che utilizzava reperti residuali provenienti dalle fabbriche. E’, a mio avviso, una delle esperienze più originali del post industriale italiano: la musica unisce rumorismo di matrice industrial e canzoni “popolari” riuscendo spesso a sfiorare la poesia. Questa nuova edizione vede  l’aggiunta dell’EP Carica! – per la prima volta in cd e già questo rende imperdibile la ristampa – e di 3 tracce provenienti da Stoccaggio Armonia e Meccanica, compilation del 1994. Il cd si può richiedere a LUCE SIA scrivendo a [email protected] o può essere acquistato su Discogs al seguente link: https://www.discogs.com/label/893460-Luce-Sia?fbclid=IwAR33wugV-EyXCkpPVXI6YPj-DmPoF5nBCHThkjUPfFmQEi0HbAdsknoE-g8.

 

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.