The Cascades: Phoenix

0
Condividi:

The Cascades è un classico gruppo tedesco di gothic-rock. Nel 2017 hanno pubblicato un doppio album intitolato Diamonds And Rust, una sorta di antologia storica della loro produzione passata: il primo cd racchiudeva materiale tratto dai loro precedenti lavori mentre il secondo presentava tracce inedite o di difficile reperibilità fra cui il nuovo brano “Wenn Der Regen Kommt” composto dai membri originali e simbolo della rinascita della band. Ora i The Cascades – fondati nel 1988 – festeggiano il trentennale dela loro carriera con Phoenix, titolo di per sè molto significativo, che esce per la solita Echozone ed è stato preceduto dalla pubblicazione di alcuni singoli come “Behind The Curtain” e “Station No E”. Le sonorità dei nostri sono, per la verità, piuttosto convenzionali: manca il sacro fuoco dell’ispirazione a queste composizioni che non riescono ad emergere in un mare di produzioni simili.

Alla fine il disco non è neanche così brutto: il problema è che si tratta di musica sentita e risentita che viene riproposta senza un minimo di originalità. C’è anche una cover degli Husker Du ovvero “Diane”. Le caratteristiche sono insomma le solite: potenti riff di chitarra, tastiere melodiche e il vocione “goticheggiante” del leader Markus Wild: sinceramente è troppo poco per risollevare dalla mediocrità generale questo. Probabilmente in Germania il disco andrà bene e avrà un discreto riscontro di vendite ma ciò non toglie che si tratta di un prodotto trascurabile.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.