Borghesia: Proti Kapitulaciji

0
Condividi:

Non ci era sfuggito il nuovo bel disco della band dell ex-Yugoslavia Borghesia. Proti Kapitulaciji è uscito, infatti, a fine 2018: ispirato alla poesia dello sloveno Srečko Kosovel , l’album conferma le caratteristiche del gruppo, esaltandone l’anima eclettica e originale, costantemente alla ricerca di un sound ricco di spunti e colori. La passione per temi impegnativi è, ovviamente, sempre presente e, in questo caso, ben si lega con l’incisività dei versi – risalenti ai primi del ‘900 – di Kosovel, fortemente critico rispetto alla politica europea, ma la scelta di utilizzare la loro lingua a noi di certo complica un po’ le cose. L’opener “Odprite muzeje” è un prodigio di misteriose dissonanze in salsa post-industrial, abbastanza sorprendente da ascoltare. Melodica in un modo tutto suo la seguente “Kons”, ravvivata da suoni curiosamente abbinati che producono un effetto quasi ipnotico, mentre “Na Piramidi” introduce uno scenario teso e cupo sul quale spicca un’efficace parte vocale. Poi. “Ljubljana spi”, uscito anche come singolo, unisce elementi folkeggianti a rumorismi e ad altre sonorità inattese, con risultati sicuramente interessanti e, bypassato il quadro vagamente stravagante di “Razočaranje”, troviamo la ritmica ossessiva e le particolari disarmonie di “Jaz protestiram”. Subito dopo, ecco l’inquietante rumorismo di “Evropa umira”, una sorta di nenia fra l’oscuro e lo sperimentale: è un po’ lo stesso mood che caratterizza, poco più in là, “Destrukcije”, in cui l’atmosfera ha tinte meste, quasi lugubri ma intriga per la grande varietà compositiva e sonora. È, comunque, gradevole la ‘marcetta’ “Moj črni tintnik”, introdotta da bucolici cinguettii, che prosegue poi con fantasiosi ‘movimenti’, mentre la conclusione dell’album è affidata alla bella “Blizu polnoči” un sorprendente miscuglio di istanze folk, cupe note elettroniche e voci accorate, che chiude brillantemente un lavoro non per tutti ma indubbiamente di grande interesse.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.