Phragments: Fratres

0
Condividi:

I Phragments sono uno storico progetto slovacco – si tratta di un duo di Bratislava – di musica dark-ambient. In realtà all’inizio della carriera, iniziata nel 2002, i Phragments erano devoti ad un un tipico sound marziale e neoclassico come testimoniato dall’esordio Homo Homini Lvpvs del 2005, un lavoro che, all’epoca, riuscì ad ottenere un discreto riscontro all’interno della scena martial-industrial in virtù di ambientazioni cupe e magniloquenti e di una poetica incentrata su un’estetica “guerresca”. Sicuramente si trattava di un lavoro che non lasciava insensibili gli amanti di gruppi nordici come Arcana e In Slaughter Natives. Anche The Burning World del 2007 confermava sostanzialmente il valore della musica del duo e presentava sonorità più levigate e meno grezze. La svolta avvenne nel 2013 con il disco New Kings And New Queens, in cui i Phragments si dedicavano ad un dark-ambient gelido ed isolazionista: siamo dalle parti delle atmosfere oscure create dal leggendario Lustmord per intenderci. All Towers Must Fall del 2017, uscito per l’etichetta americana Malignant, non faceva che confermare il cambiamento stilistico in atto. Ora, in attesa del nuovo lavoro, la Malignant pubblica un’antologia che racchiude una serie di tracce – composte assieme ad altri nomi della scena ambient-industrial come Atranenia, Rasalhague, Shock Frontier e Terra Sancta – disponibili fino ad ora in compilation ormai di difficile reperibilità. La musica contenuta in questo Fratres è nera come la pece: è un’ambient minacciosa e cinematica, ideale come colonna sonora di un film horror. Lungo i 40 minuti della durata di questo dischetto esplorerete la dimensione drammatica del Vuoto Cosmico. Edizione limitata a 300 copie che esce in una raffinata confezione digipack. Disponibile su Bandcamp: https://malignantrecs.bandcamp.com/album/fratres.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.