Ivo Torello: La gorgiera della contessa sanguinaria

0
Condividi:

Riecco Ivo Torello, in questo momento uno degli autori di punta del fantastico italiano con alle spalle diversi racconti e 2 romanzi – molto diversi fra loro –  entrambi pubblicati dalle Edizioni Hypnos. Se Predatori dall’abisso era un libro di orrore cosmico “lovecraftiano” il recente La casa delle conchiglie unisce in maniera originale la tradizione del weird e la magia con il romanzo erotico. Ora sempre Hypnos dedica una nuova collana proprio a Torello intitolata Gli strani casi di Ulysse Bonamy di cui e’ appena uscito il primo volume ovvero La gorgiera della contessa sanguinaria. Si tratta di un piccolo libretto di cui e’ gia’ previsto un seguito che uscira’ a dicembre – L’harem delle vergini dannate – e sembra che un terzo volume – Il maledetto paese che puzzava di pesce – sia gia’ in previsione. L’ambientazione di La gorgiera della contessa sanguinaria e’ la medesima di La casa delle conchiglie: ci troviamo a Parigi in un periodo pero’ posteriore – non piu’ il 1860 degli impressionisti – e piu’ precisamente durante gli Anni Ruggenti (gli anni ’20 del secolo scorso). Ritroviamo anche la famigerata “Maison des Coquillages” con Madame Sabatiere ormai novantenne. Tuttavia non e’ necessario aver letto La casa delle conchiglie per gustare Gli strani casi di Ulysse Bonamy. La volonta’ e’ quella di creare dei volumetti agili e di facile lettura che riescano a coinvolgere e divertire il lettore. L’intenzione e’ insomma quella di evocare una dimensione ludica e non seriosa anche se sempre con elementi weird. Siamo molto lontani, per intenderci, dalle pesanti e deliranti  derive “ligottiane”. Il protagonista – Ulysse Bonamy – e’ una figura singolare che, per sopravvivere, si dedica ad attivita’ equivoche e si improvvisera’ anche “detective dell’occulto” nel solco dei vari personaggi creati da William Hope Hodgson, Algernon Blackwood e Sax Rohmer. Si trova, suo malgrado, coinvolto in un caso di rapimento: sparisce infatti misteriosamente Anastasia Gauthier, una ragazza che frequentava il cabaret Folie Parisienne. La polizia inizia ad indagare e Ulysse, per vederci chiaro, inizia ad indagare da solo. Una volta entrato nell’appartamento della ragazza viene sorpreso pero’ dal padre della ragazza  – Roger Faillot – , un ricco imprenditore parigino nel campo del sapone. Decide di lavorare per lui e, per cercare di sbrogliare la matassa, si reca alla Maison des Coquillages dove chiede consiglio a Madame Sabatiere. La donna, anziana ma sempre lucida, gli fa conoscere la sotto-maitresse Virginie. Dal colloquio con la ragazza riesce ad ottenere il nome di un certo Iphigenie. Sara’ la chiave per entrare nei recessi di un mondo sotterraneo fatto di magia, oscure visioni, avventure notturne pericolose in musei dell’orrore – in cui trovera’ la gorgiera della famigerata Contessa Erszbet Bathory –  che mettera’ a repentaglio la sua stessa esistenza. Torello sembra aver lasciato ormai alle spalle certa produzione del suo passato – mi riferisco ai primi racconti che sarebbe bello vedere riuniti in volume – che lo avvicinava a tematiche pulp. La gorgiera della contessa sanguinaria si legge tutto d’un fiato: chi ha apprezzato “La casa delle conchiglie” non fatichera’ ad immergersi nell’universo di Ulysse Bonamy anche se, per i miei gusti, il livello e’ meno intenso e piu’ leggero rispetto a “La casa delle conchiglie” ma questo dipende anche dalla stessa volonta’ dell’autore. Si tratta, in ogni caso, di una lettura agile e godibile che fara’ la gioia di quanti apprezzano i colpi di scena, un pizzico di soprannaturale ed erotismo e un’ambientazione un po’datata ma ricca di fascino decadente. Nota di merito anche per la splendida copertina disegnata da Elena Nives Furlan che ben si addice con l’immaginario evocato dal romanzo. L’idea di creare un personaggio seriale e’ – potenzialmente – molto buona come e’ stato dimostrato nel recente passato in Italia basti pensare, in questo senso, a Valerio Evangelisti con Eymerich. Ora non resta che attendere il seguito che sono sicuro non deludera’ le attese. Disponibile presso il sito delle Edizioni Hypnos al seguente link: http://www.edizionihypnos.com/blog/news/arrivano-gli-strani-casi-di-ulysse-bonamy.

https://ivotorello.wordpress.com/

Ivo Torello “Gli strani casi di Ulysse Bonamy – La gorgiera della contessa sanguinaria” – 127 pagine – Euro 9,90 – 2019

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.