5RAND: Dark mother

0
Condividi:

Seguito dell’apprezzato “Sacred/Scared”, pubblicato solo due anni or sono, Dark mother evidenzia l’ispessimento del costrutto sonoro operato dal quartetto capitolino. Ritmiche sovente tirate allo spasimo, chitarre poderose, un muro del suono compatto ma articolato, con la voce di Julia Elenoir ad ergersi ad interprete efficace di liriche rabbiose. Pur essendo la componente melodica sempre presente, è evidente che sia stato attuato uno scivolamento deciso verso il power, evidenziato dal lavoro certosino operato in sede di produzione. Da “Embrace the fury” a “Silent springDark mother procede spedito, ma è proprio la traccia che chiude il disco a segnare un significativo approccio a sonorità più oscure, gotiche: episodio che incede lento, a tratti solenne, una autentica litania funebre (in questo anticipata dalla breve “Feel the end” che evidenzia analogie con The Way of Purity) non esente da porzioni irose che esaltano la grinta della cantante, nel finale abbandonandoci ad un intenso intrecciarsi di a-soli operato dall’eccellente chitarrista Pierluigi Carrocci (fondatore del progetto). Da sottolineare il piglio quanto mai “moderno” di “Old angel midnight”, non per nulla promossa a primo singolo (e video) di Dark mother. Nel suo genere fra le migliori uscite dell’anno.  

 

Email: http://www.5rand.net
Tags5RAND
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.