Echoberyl: Apparition

0
Condividi:

Dopo Antagonista dei Polyverso, la SDN propone il debut album di Echoberyl, un progetto che vede nuovamente la partecipazione dell’eclettico Adriano S. Iacoangeli, stavolta insieme alla francese Cecilia Dassonneville. Apparition contiene dieci brani di raffinata darkwave assai influenzati dalla tradizione, caratterizzati da atmosfere tristi, efficaci passaggi alla chitarra e ritmi generalmente sostenuti, mentre la parte vocale, affidata, appunto, a Dassonneville, piace per le tonalità intensamente malinconiche. L’apertura è davvero accattivante: “Broken Pieces” – stile un po’ ‘vintage! – è un pezzo dalla melodia piacevolissima e il ritmo giusto per sgranchirsi le gambe e, non a caso, ne viene offerta un’ulteriore versione in chiusura. La seconda traccia, “Apparition”, strutturalmente più varia e composita, soprattutto per quanto riguarda la consistente trama ‘sintetica’, disegna uno scenario drammatico animato dal pathos del canto, mentre “Prisoner” presenta un’altra melodia vincente e “Altered” utilizza abilmente gli ingredienti darkwave abbinandoli anche a occasionali fantasie dissonanti dai colori sinistri. Poi, bypassati i toni sognanti di “Floating”, troviamo la bella “Dark Embrace Me”, brioso brano synthwave dall’andamento frizzante e, a seguire, “Rectangle” che recupera la dimensione più tetra senza disdegnare passaggi vigorosi e ritmi sostenuti. Menzioniamo infine “The Age of Nothing”, che sperimenta suoni ‘atmosferici’ e paesaggi di maggior respiro attestanti la complessità e la ricchezza di un disco promettente.

Per informazioni: https://swissdarknights.bandcamp.com/album/apparition
Web: https://www.facebook.com/echoberylband/
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.