AA.VV.: A​​.​​N​​.​​A​​.​​L​​.​​E. Vol. 2

0
Condividi:

Secondo volume – sempre rigorosamente in cassetta – della compilation A.N.A.L.E. della Blackash Records di Francesco Radio Rom. Come per il precedente capitolo anche in quest’occasione vengono proposti artisti dell’area di Livorno e Pisa. La musica, pur ristretta all’area sperimentale, noise, ambient, techno ed elettronica, in realtà è molto variegata e ricca di spunti sorprendenti. La prima traccia è opera di Lorenzo Saini – giovane polistrumentista livornese – mentre la successiva è di Globoscuro, ottimo progetto di Emiliano Pietrini e Fabrizio Barsanti che si colloca all’interno di un dark-ambient pacato, profondo e d’atmosfera. I Wajad sono presenti con 2 brani stilisticamente diversi: il primo è una sorta di colonna sonora per un film dalle atmosfere decadenti mentre il secondo è caratterizzato da atmosfere nervose e concitate e sembra suonato da un altro gruppo. Beto viene da Pisa, anche lui è un musicista molto giovane e ci propone un’elettronica ambient  cosmica. Honko ci propone ritmiche cupe ed ossessive. Cirque d’Esse si muove invece nel solco di un electro-industrial algido e malato con una voce femminile invasata. Dopo l’elettronica dei Progetto No Name ecco ancora i Globoscuro in collaborazione con Braghsdn con un brano di ricerca che deve qualcosa a certe sperimentazioni krautrock. Massimo Ruberti – sorta di Brian Eno “de’ noantri” – si definisce “un trafficante di suoni” mentre la sua musica si rivolge ai “viaggiatori statici” ed è fra le cose più interessanti di questa raccolta. La chiusura è affidata ad un altro livornese ovvero Giacomo Guerrini in arte Anselmo con 2 brani: la sua è musica di ricerca al di fuori delle etichette e dei generi. Per seguaci del post-industrial livornese ma non solo. Disponibile su Bandcamp: https://blackash-records.bandcamp.com/album/a-n-a-l-e-vol-2.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.