RAMBO: LAST BLOOD DI ADRIAN GRUNBERG

0
Condividi:


 

 

 

 

 

 

 

Rambo: Last Blood è il film sull’annientamento del genere umano, nella sua (a)variante subumana. Razza umana che ha perso la dignità, l’onore, i valori. Entità che martoria se stessa in nome del nulla cosmico.

Il reduce dal Vietnam più amato del cinema, giunge al capolinea della sua missione, intesa come vita vissuta, in questa storia dove il rape/revenge si interseca con l’home invasion ed il plot diventa solo un mero pretesto per raccontare il disfacimento dell’essere umano.

Distruzione totale, intesa come carneficina, ed intellettuale, dove l’ingegno viene piegato dalla sete di vendetta per annientare l’essere umano prima che si annienti da solo.

Sylvester Stallone, mai come in questo film, incarna la dissoluzione del corpo, sotto i colpi del tempo. La sua recitazione fisica è encomiabile e rappresenta il valore aggiunto di una pellicola, sorretta da una buona regia, che non lesina di mostrare tutto ciò che normalmente “non si potrebbe”, sullo schermo.

Sly, in preda alla sete di vendetta, si tramuta in un esecutore spietato molto più vicino ad un protagonista malvagio degli slasher anni ‘80, piuttosto che ad un classico giustiziere della notte.

Memorabili gli ultimi 20 minuti della pellicola, che superano di gran lunga qualsiasi cosa apparsa sullo schermo negli ultimi 10 anni, in termini di violenza esibita.

E quando passano i titoli di coda, mentre vediamo le azioni del nostro eroe scorrere sullo schermo, dal primo Rambo First Blood, non può che scendere qualche lacrima al pensiero che il tempo non risparmi nessuno e che questo implacabile livellatore di morte, in fondo in fondo, non abbia migliorato per nulla la condizione umana.

Rambo: Last Blood è uno dei migliori film del 2019, in grado di reggere a testa alta il confronto con il primo capitolo della saga, spostando il terreno di scontro dalla guerra, ad un piano dannatamente e dolorosamente (meta)fisico.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.