Wires & Lights: A Chasm Here And Now

0
Condividi:

Esce quest’anno A Chasm Here And Now, il debut album dei Wires & Lights, agguerrita band postpunk berlinese fondata, fra gli altri, da Justin Stephens, figura già nota per la passata militanza nei Passion Play,. La formula dei Wires & Lights non è certo nuova e, se non conserva interamente la freschezza della tradizione ’80, ne mantiene di certo l’efficacia e la forza: giri di basso brillanti, chitarra spesso lacerante, insieme a ritmi coinvolgenti e atmosfere a colori tetri sono le caratteristiche delle dieci tracce di questo lavoro, di cui non potevamo non occuparci. Vediamo l’opener, “Drive”, primo singolo dell’album: dinamica quanto si vuole, ha tuttavia un clima davvero cupo, dominato da un basso di rilievo e sembra ‘risuscitare’ il postpunk revival che i vari Editors o White Lies hanno lasciato un po’ ‘afflosciare’. La seguente “Swimming” ha il sapore del passato ma anche il refrain più orecchiabile e accattivante, mentre la bellissima “Anyone” torna a efficaci sonorità malinconiche abbinate al canto ricco di pathos; “24H” è un altro episodio notevole, con suoni tenebrosi e intensi, andamento cadenzato e la chitarra di Ralf Hünefeld che colpisce al cuore. Poi, “Sleepers”, anch’essa uscita come singolo, si allinea nuovamente al postpunk revival, ‘rinfrescandolo’ significativamente e “Cuts” si attiene ai canoni della tradizione, comunque sfornando ancora un riuscitissimo refrain che resta decisamente impresso; “Controller: Resistor”, pur restando fedele agli stessi canoni, si distingue per una struttura singolare, come divisa a metà: lenta e tesa la prima parte si evolve poi in suoni vigorosi e sostenuti di forte intensità. Infine, dopo il bel basso incisivo di “Dead to Us”, uno dei brani più foschi e introversi, e lo scenario emozionante di “Electric” in cui emerge soprattutto la pregevole parte vocale, “Going, Going, Gone” conclude con toccante malinconia, ‘accesa’ da una vena di passionalità – e da una chitarra davvero grandiosa – un album che ci ha proprio conquistato.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.