Helalyn Flowers: Suicidal birds

0
Condividi:

Un piacere ritrovare, e così in forma, Noemi Aurora e Maxx. Suicidal birds anticipa l’imminente nuovo lavoro lungo “Airesis”, annunziato per la primavera del 2020, ed aggiunge un ulteriore interessante tassello al percorso progettuale del duo, meritatamente assunto ai vertici della scena electro-rock internazionale. Trattasi di un ep di quattro pezzi, tre dei quali versioni rielaborate della canzone originale, la quale poggia su un ritmo martellante ma non indisponente, su chitarre taglienti e ben accondiscendenti nei confronti del glam/metal (Mötley Crüe meets electronica?) e sulla voce perfettamente impostata di Aurora. Un brano che si presta a variazioni infinite, come dimostrano le tre versioni allegate: IMJUDAS pone l’accento sulla sensualità, donando al brano un mood notturno e conturbante, sensazione amplificata da vocals virili assai profonde. Una Suicidal birds dark version che ricupera e rielabora porzioni chitarristiche grintose. Più ammiccante il mix di 808 DOT POP che incide sul tessuto sintetico del motivo immergendolo in un liquido freddo ed asettico. Il canto e le tastiere paiono provenire da abissi insondabili, l’insieme assume colori metallici, in un turbinio di particelle ghiacciate. Solenne e crepuscolare il “Lumen reincarnation remix” s’incammina lento e cogitabondo lungo il vialetto di ghiaia mista a fango che costeggia una lunga fila di cenotafi. Eccellenti compositori ed esecutori, Noemi e Maxx confezionano l’ennesimo prodotto curatissimo nei suoni e nell’artwork, pur trattandosi di una uscita digitale nulla viene lasciato al caso. Nell’attesa di “Airesis”, un ottimo prologo. 

 

Per informazioni: http://www.alfa-matrix.com
Web: http://www.healynflowers.com
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.