Calendula: Hiveminds – De Brevitate Vitae

0
Condividi:

 

Un’unica suite che sfiora i ventisei minuti di durata, prima parte di un progetto più articolato che prevede ulteriori due pubblicazioni. Le registrazioni di Hiveminds – De Brevitate Vitae (effettuate live in studio, raccolgono tutto l’impeto e l’immediatezza riversati dalla band) risalgono al 2016, si consideri che i Calendula sono in attività (non continua) dal 2010, ci troviamo al cospetto di ben più che un semplice rientro. Innanzi tutto, lo stile del complesso si è fatto più articolato, meno furente, più ragionato, anche se il post-hardcore costituisce ancora un elemento fondante della loro proposta. Che poi il termine “post” abbia ancora un senso, all’alba di un nuovo decennio, sono proprio lavori come questo a ribadirlo. La ricerca della profondità applicata ad un suono assai stratificato è la costante di Hiveminds, non ostante la forma (non ci sono ovviamente vuoti e/o pause) non si riscontrano cali di tensione, garante del risultato è una vocalità letteralmente abissale. Una marea sonora, un avvicinarsi ed un ritirarsi senza che vi sia soluzione di continuità. La svolta si rileva al minuto undici: viene inserito nel corpo di Hiveminds l’estratto da un monologo di Carl Sagan: l’orrore lovecraftiano (uno degli elementi ispiratori del corpus narrativo dei Calendula) fa spazio alle parole dell’acuto ricercatore americano, la musica pare inabissarsi, esplorare i recessi più reconditi dell’animo (da una nota del gruppo: questo “è il primo capitolo di una Trilogia sulla condizione umana”), viene fatta emergere una vena cupissima, disperata. Da qui alla fine prevale il tumulto, l’ira (seppur ben governata); è il punto esatto che i Calendula volevano cogliere. Con precisione chirurgica, ci conducono lì. Quanto ci proporranno in futuro ci disvelerà il disegno nella sua completezza. Per ora siamo in balia della Paura. Ed è ciò che sta accadendo… 

NB: disponibile in vinile. 

Per informazioni: http://www.facebook.com/metaversuspr
Web: http://www.facebook.com/calendulatheband
Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.