UHUSHUHU: Bones & Drones

0
Condividi:

UHUSHUHU è il progetto di musica ambientale del russo Pavel Dombrowski. Ovviamente quando si parla di Russia non possono non venire in mente, in ambito sperimentale, un artista come Eduard Artemiev, pioniere della musica elettronica e noto per aver composto le colonne sonore di film capolavoro come Solaris e Stalker. Ma anche il figlio Artemiy Artemiev è attivo nel campo della musica elettronica e sperimentale. Il disco di UHUSHUHU – intitolato “Bones & Drones” – è costituito da un’unica lunga traccia di oltre 43 minuti. Da tempo non mi capitava di ascoltare un disco ambient così profondo e interessante. Si dice che il genere sia inflazionato ed escano spesso dischi sen’anima e privi di mordente ma non è questo il caso. Ho provato le stesse sensazioni avute ascoltando lavori come The Dream Circle e Slow Heat di Steve Roach. Bones & Drones riesce ad ipnotizzare l’ascoltatore portandolo in uno stato onirico. Le atmosfere sono rarefatte, evanescenti ed astratte: è un lungo flusso sonoro elettronico in cui perdersi e raggiungere un maggiore stato di consapevolezza del proprio io. Sono presenti elementi di musica etnica e il tutto suona come fosse un sogno ad occhi aperti. Notevole la cura e la professionalità per i dettagli mostrata da UHUSHUHU. È musica notturna da ascoltare e gustare con calma al buio proprio come consigliavano i Coil nel loro fondamentale Musick To Play In The Dark. Indubbiamente la Zoharum, in questo momento, si conferma un’etichetta di riferimenti per chi segue certi suoni. Se amate la drone musice il dark ambient non lasciatevi scappare questo disco. Disponibile su Bandcamp: https://zoharum.bandcamp.com/album/bones-drones.

 

 

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.