Daimon: Remedies For A Foggy Day

0
Condividi:

Daimon è il progetto di musica post industriale di Nicola Quiriconi (VipCancro, Lisca Records), Simon Balestrazzi (T.A.C., Dream Weapon Ritual, Hidden Reverse solo per citare qualche nome) e Paolo Monti (The Star Pillow). Ora esce Remedies For A Foggy Day, il nuovo disco che è appena stato presentato all’Hans Festival a Diepenheim in ottobre. I Daimon hanno alle spalle 2 album – Daimon del 2016 e Dust”del 2018” – nel solco di una drone music oscura e minimale. Per questo nuovo lavoro è cambiato l’approccio compositivo: il materiale è stato concepito a distanza sulla base delle tracce di chitarra di Paolo Monti a cui Quriconi e Balestrazzi hanno aggiunto le loro parti. Si tratta di un disco dal minutaggio breve (circa 22 minuti) che si avventura in territori già esplorati in precedenza ma con un tocco personale. La prima traccia – “Morning Lines” – è anche la più lunga (oltre 11 minuti). Siamo sempre dalle parti della “drone music” ma senza il rigore formale che caratterizzava i dischi precedenti. È una musica triste che induce alla malinconia, adatta per pomeriggi piovosi o nebbiosi. Siamo dalle parti di certa musica ambient introspettiva esplorata in passato da Wiliam Basinski. La successiva “Silent Organ” si muove in territori liquidi inducendo un senso di trascendenza nell’ascoltatore. La conclusiva “The Shaman’s Foghorn” è pacata e surreale, densa di suoni stratificati. Le atmosfere sono evocative e fanno emergere dalla nebbia dei ricordi sepolti che credevamo perduti per sempre. Remedies For A Foggy Day esce per l’etichetta olandese Norwegianism Recordings. Disponibile su Bandcamp: https://norwegianismrecords.bandcamp.com/album/remedies-for-a-foggy-day.

 

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.