Nona Et Decima: River

0
Condividi:

Molto stimolante questo progetto denominato Nona Et Decima di base a Helsinki e formato da Manuele Frau (Der Noir, Black Land, Macelleria Mobile di Mezzanotte) e Nicholas Pucciarelli (Vitriol Crops). Dopo aver pubblicato nel marzo 2019 Stream (un vinile limitato rigorosamente a 20 copie) esce ora un’opera complementare (sempre in un vinile di sole 2 tracce) ovvero River. Entrambi  lavori sono uniti da un “concept” e rappresentano un corso d’acqua, simbolo del passaggio verso il mondo sotterraneo ovvero dell’Ade, il luogo dove, dopo il trapasso, vanno le anime per espiare le proprie colpe. Musicalmente le ambientazioni sono caratterizzate da cupe rifrazioni ambient-industrial che vedono l’uso della chitarra. L’effetto generale è evanescente e molto d’atmosfera. C’è sicuramente una tensione sotterranea in questa musica che fa riandare la memoria (come mi è capitato durante l’ascolto della traccia “The Oars”) a ricordi sepolti che, lentamente, riemergono dalle profondità dell’incoscio facendoci rivivere momenti perduti della nostra esistenza.  È un peccato che abbiano scelto un formato così particolare e un minutaggio breve. Si rimane con la voglia di un ascolto di più ampio respiro. In particolare i brani che vedono la chitarra in primo piano sanno creare realmente una dimensione eterea e cosmica senza tempo. Disponibile su Bandcamp: https://multiplerecords.bandcamp.com/album/river.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.