Molto stimolante questo Composited Reality, collaborazione fra Rapoon e Pas Musique. Il progetto Rapoon non ha certo bisogno di presentazioni. I cultori di Robin Storey e della musica tribal ambient lo conoscono fin dai tempi leggendari dei Zoviet France. Pas Musique è invece un gruppo statunitense dedito ad una musica astratta e di avanguardia. Il termine “pas musique” in francese significa “non musica” e questo è già indicativo del tipo di ricerca intrapreso. Pas Musique è nato nel 1995 a New York grazie a Robert L. Pepper e ha iniziato a sperimentate con i suoni e i video. Successivamente il gruppo si è allargato a diversi membri. Il disco è stato realizzato in precedenza solo in una cassetta in un’edizione strettamente limitata. Si tratta della prima pubblicazione in cd. Composited Reality contiene una performance dal vivo registrata l’8 aprile 2017. È una lunga composizione che si avventura in territori inesplorati: le ambientazioni sono estremamente minimali ed ipnotiche. Paradossalmente questa musica si avvicina di più ai Zoviet France rispetto a quanto fatto da Rapoon nell’arco della sua carriera. Possiamo ascoltare clangori industrial e loop ripetitivi che creano una dimensione trascendente. Ma siamo lontani dai ritmi tribali e dal misticismo sonoro generato da Rapoon. L’impressione è che i 2 artisti si siano amalgamati alla perfezione. In ogni caso la musica è stupenda e catartica. È difficile rimanere indifferenti di fronte allo splendore magmatico di questa esibizione. Sinceramente non ho frequentato molto Pas Musique ma conosco bene la produzione di Robin Storey prima con i Zoviet France poi con Rapoon. Era da tempo che Robin Storey non pubblicava materiale di questo valore. Disponibile su Bandcamp: https://rapoon.bandcamp.com/album/pas-musique-rapoon-composited-reality.