Tornano dopo qualche anno i due padovani The Rip con le stesse atmosfere ombrose e intimiste che avevamo imparato a conoscere dal precedente The Rip. Progetto tipicamente di nicchia, forse anche per scelta, i nostri sfornano quest’anno Hallo, con undici brani diretti ed essenziali, caratterizzati da ritmi sobri e strutture rigorose, da ascoltare nei momenti di riflessione solitaria: a un’ispirazione così personale e delicatamente sensibile, palchi o sale affollate non renderebbero probabilmente giustizia. Il basso magistralmente utilizzato, insieme a ‘occasionali’, fantasiosi interventi ‘sintetici’, conferiscono comunque a questa musica malinconica, a tinte a volte un po’ ‘offuscate’, esattamente il tocco vigoroso che occorre. La prima traccia, “Thank You”, unisce un minuto di inattese sonorità ‘cosmiche’ a poche parole trasognate. in un contesto vagamente irreale: non si tratta che di un brevissimo ‘assaggio’ di quanto accadrà in seguito. “A Perfect Day”, uno degli episodi più validi, ci fa comprendere quale può essere il valore di un basso su una trama elettronica densa, il tutto abbinato ad una voce non strepitosa ma capace di tonalità intense, mentre poi, “A Life Like This” inonda il paesaggio di suggestivi suoni  anni ’80, proprio come la seguente  “The Beautiful Losers” in cui, per altro, l’ottimo basso ancora una volta sa emozionare. Con “IPC”, l’atmosfera si incupisce, i nostri si cimentano con una ritmica un po’ più sostenuta, con un basso eloquente che fa da padrone e colori decisamente dark, mentre “Ride on Fear” procede su note tristissime, quasi lugubri,  e un canto introspettivo: l’andamento si rinvigorisce nella seconda metà. Quindi, bypassata la più vivace  “Chase The Ghost” tutta basso e chitarra, troviamo la bella “There’s No Reason” con le sue sonorità più varie e composite e “It Doesn’t Matter” con basso e chitarra grintosi. Infine dopo lo scenario veramente depresso di “Thank Yoy, Elise”, “We’ll Never Know” conclude in piena oscurità un album di cui forse non si parlerà abbastanza, ma senz’altro bene.