Sigillum S: Bardo Thos Grol

0
Condividi:

I Sigillum S sono uno dei gruppi fondamentali della scena post industriale italiana. Si formano alla fine del 1985 dopo che Paolo Bandera risponde ad un annuncio di Eraldo Bernocchi e Luca Di Giorgio appeso sulle pareti di un negozio di dischi di Milano. L’anima “matematica” dei Sigillum S è costituita da Paolo Bandera mentre Eraldo Bernocchi rappresenta il lato occulto e spirituale (ha fatto parte per breve tempo del T.O.P.Y.). Il contributo di Di Giorgio (almeno fino al 2007) va in ogni caso considerato essenziale. All’inizio della loro carriera l’influenza più forte è sicuramente quella dela scena esoteric-industrial inglese rappresentata da gruppi come Psychic Tv, Current 93 e Coil. In particolare sono soprattutto i primi Current 93, quelli di dischi come Nature Unveiled e Dogs Blood Rising, ad avere un forte impatto estetico nella loro filosofia compositiva. Indubbiamente non sono i soli in Italia a sfruttare il filone del post industrial esoterico: impossibile in questo senso non citare nomi come Rosemary’s Baby e Ain Soph. Ma, in realtà, i loro orizzonti sono molto più ampi e riguardano anche la letteratura e, in particolare, autori come Philip K. Dick, James Graham Ballard e William S. Burroughs. Da quest’ultimo mutuano la tecnica del cut-up.

Bardo Thos Grol del 1987 (sonorizzazione del Libro tibetano dei morti ed uscito in origine in 108 copie solo su nastro e successivamente ristampato in cd dalla Unclean) è indubbiamente un disco particolare; si tratta di uno dei lavori migliori della prima fase e, a mio avviso, è il loro capolavoro. Musicalmente le ambientazioni (rispetto alle cassette precedenti) sono pacate e meditative (emerge una tensione verso il concetto di sacro di Rudolf Otto), con un imponente ricorso a strumenti tradizionali del Tibet e del Nepal trattati e fusi con rituali vocali. Il risultato è impressionante: le atmosfere sono esoteriche e sacrali e mi hanno ricordato i Popol Vuh di “In Den Garten Pharaos” almeno come intensità. La lezione dei Current 93 è stata assimilata con devozione (la loro influenza traspare in maniera pesante) ma i Sigillum S non sono però semplici imitatori ma creano un loro linguaggio originale (Antonello Cresti in Solchi Sperimentali Italia li giudica più professionali degli stessi Current 93). Il risultato è in ogni caso notevole e mette i Sigilum S sullo stesso livello degli Psychic Tv, degli Zero Kama, dei Coil più esoterici e rituali e dei primi lavori della Corrente. Oggi Bardo Thos Grol è disponibile su Bandcamp come tutta la discografia dei Sigillum S al seguente link: https://sigillum-s.bandcamp.com/album/bardo-thos-grol.

 

 

 

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.