Clan Of Xymox: Spider On The Wall

0
Condividi:

Non è per dovere che vogliamo segnalare l’ultimo lavoro dei Clan Of Xymox di Ronny Moorings Spider On The Wall. In verità, rispetto anche al precedente Days Of Black, questo disco si rivela decisamente più valido e ispirato, più ricco di estro e idee, e inoltre contiene alcuni brani che di certo impreziosiscono ulteriormente l’ampio repertorio della band. In pratica la differenza fra ripetitiva autocitazione e partecipazione reale si nota: delle dieci tracce dell’album, forse non tutte sono perfette ma diverse non fanno assolutamente rimpiangere il passato glorioso dei nostri. Vediamo, per esempio, l’opener, “She” e ritroveremo le sonorità dei Clan Of Xymox che più amiamo, le melodie elettroniche emozionanti, il ritmo seducente, la bella chitarra. Subito dopo, “Lovers” si apre con una voce femminile che si esprime in francese e prosegue con la tastiera che disegna i suoi incantevoli arabeschi, mentre “Into The Unknown”, altro episodio rimarchevole, ci presenta uno scenario davvero inquietante e teso, definito da un andamento sostenuto, così come il professionista Moorings sa crearli. In “All I Ever Know” i suoni sono più consistenti, il ritmo martellante ma, di nuovo, la melodia non potrebbe essere più riuscita e “I Don’t Like Myself”, con basso, chitarra e atmosfera malinconica richiama gli anni ’80 più di classe; cupissima, poi, la title track che, per quanto criticata per la vicinanza palese al periodo classico dei Cure, ha un’innegabile suggestione. Anche la seguente “When We Were Young” ci regala un momento molto emozionante, con suoni elettronici più ‘muscolari’, ritmica solenne e le tonalità del canto impetuose e intense, mentre “Black Mirror”, per quanto piacevole, è un omaggio evidente ai Sister of Mercy: meglio la più tipica, densa oscurità di “My New Lows”. Infine, il mood evocativo di “See You On The Other Side” conclude in modo complessivamente soddisfacente l’album che, fra le produzioni recenti dei Clan Of Xymox, a mio avviso ricorderemo di più.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.