Lyke Wake, Noise Cluster: Let The Universe Fall

0
Condividi:

Esce per i tipi di LUCE SIA una strana e sorprendente collaborazione fra Lyke Wake e Noise Cluster. Strana perchè ci troviamo di fronte a 2 artisti che, apparentemente, non potrebbero essere più diversi. Da un lato abbiamo Lyke Wake dietro cui si cela il romano Stefano Di Serio, un artista storico della scena post industriale italiana ma che, in realtà, ha le sue radici musicali nella Musica Cosmica tedesca degli anni ’70. Stefano Di Serio è anche un fan del progressive, un genere sicuramente lontano dalla scena industrial. Dall’altra parte troviamo i Noise Cluster, un gruppo dedito ad un suono claustrofobico e cupo, debitore dell’industrial delle origini e basato su ritmiche e pulsazioni ossessive. Eppure il disco, intitolato Let The Universe Fall, a suo modo funziona. Lyke Wake è riuscito a mantenere intatto il suo impianto elettronico sinfonico alla Klaus Schulze su cui i Noise Cluster hanno inserito le loro pulsazioni. Il risultato è a tratti sontuoso: veniamo immersi e cullati in ambientazioni di una tristezza cosmica infinita. Un brano come “And Then The Dark” è esemplificativo delle coordinate stilistiche di questo disco: l’inizio è sinfonico e maestoso ma la musica poi diventa cupa con i ritmi minimali dei Noise Cluster in primo piano: poi verso metà ecco che ascoltiamo campionamenti di archi che mi hanno ricordato il Klaus Schulze di Audentity. La traccia finale “There Goes Our Comet” è poi un autentico trip cosmico che ci conduce a visitare galassie sconosciute su una nave spaziale alla deriva. Devo dire che, a mio avviso, siamo di fronte ad un lavoro molto originale: di fronte a tanta musica ambient-industrial che suona uguale a se stessa e in cui delle volte è difficile riuscire a capire la differenza fra un disco e l’altro, ascoltare questo “Let The Universe Fall” è un’esperienza sorprendente. Disponibile su Bandcamp: https://lucesia.bandcamp.com/album/075-lyke-wake-noise-cluster-let-the-universe-fall.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.