Massimo Olla: Life In A Sonic Free Form Research Experience

0
Condividi:

Massimo Olla in questo momento è, assieme a Simon Balestrazzi, Corrado Altieri e Gianluca Becuzzi uno degli esponenti di spicco della scena sperimentale e post industriale italiana (da ricordare anche la sua esperienza con il progetto Noisedelik). Di lui mi sono già occupato in passato a proposito del suo disco d’esordio Structures. Questo nuovo Life In A Sonic Free Form Research Experience prosegue il suo discorso estetico e filosofico. Come anche per il precedente lavoro le 8 tracce di questo nuovo disco sono state interamente registrate con l’ausilio dei suoi strumenti autocostruiti. Ciò che traspare dall’ascolto di questa musica è un approccio estremamente libero che fa viaggiare la mente dell’ascoltatore verso paesaggi onirici e surreali. Si tratta di musica che scava nel nostro inconscio facendo venire a galla le nostre paure e le nostre ossessioni. A ben vedere questo disco è un buon metodo per esorcizzare I nostri fantasmi ed è di gran lunga meglio di una seduta psicanalitica. Le ambientazioni e le atmosfere sono astratte, a tratti rituali, a tratti sciamaniche. A mio modo di vedere in Life In A Sonic Free Form Research Experience ci si allontana in parte dall’estetica post industriale in cui viene di solito etichettato Massimo Olla. In realtà non siamo lontani da certe sonorità della musica di ricerca e di avanguardia anche se il percorso di Massimo Olla rimane assolutamente originale e personale. Siamo di fronte ad un lavoro ostico ma che, allo stesso tempo, ha qualcosa da dire il che non è poco in un periodo in cui tutto sembra perdere di senso. Il mastering è a cura di Gianluca Becuzzi. Disponibile su Bandcamp: https://lucesia.bandcamp.com/album/073-massimo-olla-life-in-a-sonic-free-form-research-experience.

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.