Power Beyond: Prophetic sings

0
Condividi:

Bruno Masulli è titolare di In Aevum Agere ed Et Signvm Erat, progetti che abbiamo conosciuto ed apprezzato, ma il suo indomito spirito indagatore lo vede coinvolto anche ne I Miti Eerni, Annihilationmancer e Power Beyond, nei quali infonde lo stesso entusiasmo, la medesima passione. Forme espressive che dalla matrice metal originaria si espandono comprendendo thrash, doom, epic/power, senza per questo difettare in qualità ed in personalità; ogni sigla assume una propria delineata dignità, dei connotati distintivi, non induca in confusione la cospicua messe di titoli afferenti ad ogni una di esse. E’ Bruno il titolare, il mastermind.

Sotto l’egida dei Power Beyond ad oggi ha pubblicato alcuni singoli ed un EP, distribuiti fina dal 2006; negli ultimi mesi hanno visto la luce “From the beginning to end” ed “Undaunted”, l’intensificarsi delle uscite (prima più rarefatte) mostra una impellente esigenza d’esprimere la sua anima più indomita, epica. Su “Prophetic” e “The mirror of whisper (Reflections of pain)” incombe un velo di disillusione, quasi che Egli intenda esternare le proprie inquietudini (“segni/segnali profetici”): una visione che non possiamo non condividere, visti i mari procellosi che stiamo solcando. Con Prophetic signs Bruno chiama a raccolta le sue forze, la sua ispirazione, rafforzando i vincoli che legano Power Beyond ad In Aevum Agere e sopra tutto ad Et Signvm Erat: il sentimento grandioso di incombente tragedia, l’atmosfera che si fa più rarefatta, crepuscolare, stretta fra gagliarde esplosioni strumentali che paiono volerci ridestare, infondere nuova speme, contrastare le avversità; non prevale, mai, il disincanto. La struttura dei brani, in ispecie quando il ritmo accelera, denunziano la fragilità insita della one-man-band, ma il vigore e la determinazione che traspaiono da essi soverchiano qualsiasi incertezza. Chissà se Bruno vorrà in futuro consegnarci un’opera più articolata nel nome Power Beyond, ovvero un disco che amalgami tutte le sue pulsioni creative. Certamente la spontaneità non verrà mai meno. True metal.

 

Condividi:

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.